La Mozzarella di Bufala cerca marito

0
1724

Qual è il vino gusto da affiancare alla mozzarella di bufala? Parola agli esperti e ai coraggiosi, con un curioso concorso, il “Bufala&Wine wedding” in programma dal 19 al 28 febbraio.Lo propone tra il serio e il faceto – ma neanche troppo – il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala dop in tutta Italia (P.Pi.)

 

Un viaggio alla ricerca del miglior vino da abbinare al tipico prodotto caseario campano riconosciuto dop e apprezzato in tutto il mondo. Finale a Napoli il 10 marzo alla “Cittá Del Gusto” del Gambero Rosso. Ottima da sola, straordinaria come ingrediente in varie ricette, questa eccellenza simbolo del “made in Italy” riscuote unanimi consensi sulle tavole di tutto il mondo. anche per questo, forse, vanta molti tentativi di imitazione. Ma, secondo un luogo comune, sembrerebbe essere particolarmente difficile da abbinare a qualsiasi vino. “È vero – conferma Domenico Raimondo, presidente del consorzio di tutela e promozione – ovunque andiamo ci sentiamo fare la classica domanda: ma voi con cosa suggerite di abbinare il vostro prodotto? E a furia di sentircelo ripetere abbiamo deciso di organizzare una sorta di challenge a livello nazionale, per scoprire i vini italiani che meglio si accompagnano al nostro prodotto”. Ecco perché è nata l’iniziativa “Bufala & Wine Wedding”, manifestazione che si svolgerà in tutta in 23 locali in tutta Italia coinvolti con serate-evento e degustazioni che vedranno la Mozzarella di Bufala Campana dop proposta in abbinamento con i vini di ogni regione. Alla fine ogni singola regione sceglierà, attraverso una votazione che vedrà coinvolti decine di appassionati e operatori del settore, il vino da inviare alla finalissima che si svolgerà a Napoli, alla Città del gusto del Gambero Rosso, il 10 Marzo. Un appuntamento imperdibile nel corso del quale i vini selezionati verranno “testati” in abbinamento con i piatti a base di mozzarella di bufala campana dop ideati e proposti da giovani talenti della cucina italiana, scelti tra dieci prestigiosi istituti alberghieri. “Confessiamo che siamo i primi a essere curiosi di sapere quali saranno i risultati – spiega Antonio Lucisano, direttore del Consorzio – e di vedere quali vini diventeranno i partner ideali del nostro prodotto, declinato come antipasto, primo, secondo e dessert. Insomma, siamo alla ricerca dell’abbinamento perfetto. Lo sottoporremo così all’attenzione di tutta la ristorazione italiana, veicolo straordinario per la valorizzazione della nostra Mozzarella”.

Ecco in sunto l’elenco degli appuntamenti: 19/2 Piemonte: Wine Bar Torlo Vini – Torino; 20/2 Sicilia: Oliver Wine Bar – Palermo e Basilicata: Osteria Marconi – Potenza; 21/2 Toscana: Enoteca Vino e Convivio Coselli – Capannori (Lucca); 22/2 Puglia Ristorante Dona Flor Teatro Petruzzelli – Bari e il 24/2 Masseria Barbera – Minervino Murge (BT), il 23/2 in Molise: Wine Bar Ristorante Enotria – Campobasso, in Veneto: Locanda Moscal – Verona e in Campania: Le Colonne – Caserta, il 24/2 Ristorante La Pergola – Capaccio e il 26/2 al Ristorante La Cantinella – Napoli. Ancora il 23/2 (e 24/2) in Friuli: Ristorante Winebar Prosciuttificio DOK – San Daniele del Friuli, per la Valle d’Aosta: Enoteca Wine Bar L’uva e un Quarto – Aosta, in Lombardia: Enoteca Sogno di….vino – Gallarate (VA) e il 28/2 al Ristorante Enoteca Enocratia, Il governo del vino – Milano. Per le Marche il 23/2: Ristorante Degusteria del Gigante – San Benedetto del Tronto (AP), in Lazio: Ristorante 25 Roma e in Calabria: Le Cucine del Palazzo Salfi – Cosenza. 25/2 Alto Adige: Winecenter – Caldaro/Kaltern (BZ), il 26/” per l’Emilia: Ristorante Il Ramandolo –Bologna; in Abruzzo: Ristorante Hotel Zunica – Civitella del Tronto, in Umbria: Enoteca Ristorante Spirito Divino – Montefalco. La bufala insomma, cerca marito.

 

Paola Piovesana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui