Nei boschi di Pieve di Grappa, Treviso, un irresistibile profumo di funghi

0
141

Anche quest’anno il Giardino Vegetazionale Astego di Pieve del Grappa (Tv), gestito da Veneto Agricoltura, chiude la stagione con la consueta e attesissima “Mostra micologica“, in programma domenica 18 ottobre dalle ore 9:00 alle 12:00 e poi dalle 13:00 alle 18:00. L’unicità di questa interessante iniziativa è data dal fatto che l’esposizione dei funghi non avviene sui tradizionali e anonimi tavoli, come avviene in numerose mostre allestite un po’ ovunque in questo periodo, bensì “in natura“, ovvero in terrazzamenti che rappresentano diversi ambienti naturali.Velenosi, allucinogeni, commestibili se cotti: tutti i rischi per la salute  dei funghi. Assisi (Niguarda): «Anche troppi porcini possono far male»Ricordiamo che la struttura a terrazzamenti dell’Astego, che i visitatori possono percorrere senza difficoltà, rappresentano, per una parte, i diversi habitat dell’ambiente prealpino, e in particolare del Monte Grappa, dalla vetta fino alle pianure sottostanti. La “Mostra micologica” prevede dunque l’esposizione di una grande varietà di funghi, commestibili e non, inseriti nelle diverse tipologie di bosco presenti su queste montagne, e qui ben rappresentate nei terrazzamenti. Funghi, nei boschi bergamaschi è scattata la corsa ai porcini. Il Decalogo  di Coldiretti per una raccolta “sicura” - AraberaraI funghi esposti possono così essere apprezzati nel loro ambiente naturale, dall’abieteto fino al bosco planiziale, passando per i diversi habitat intermedi. Inoltre, l’aspetto divulgativo della Mostra si coniuga magistralmente con il fascino dei colori e dei profumi di questa stagione. I visitatori potranno ammirare almeno una cinquantina di specie fungine tipiche dell’ambiente montano: dai porcini ai vari tipi di lactarius e alle amanite, dalle russole alle mazze di tamburo fino ai più comuni chiodini.Funghi e sicurezza alimentare, la guida del Centro antiveleniIl Giardino Astego, per i più piccoli e non solo, propone poi le interessanti attrazioni costituite dal labirinto vegetale e dai percorsi sensoriali per sviluppare gli altri “sensi” quali il tatto, l’olfatto e l’equilibrio, rendendo la visita ancora più piacevole anche ai non “esperti” e adatta alle famiglie.La visita può essere guidata dal personale in servizio ed è gratuita.

Per Informazioni Tel: 0423/930226 o al 348/8228947

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui