A Catania spremuta di arance a colazione al costo di un cappuccino, per valorizzare le “Rosse” di Sicilia

0
2236

Quando Catania veniva etichettata la “Milano del Sud” la città dell’elefante non aveva cambiato però le sue abitudini alimentari, mettendosi al passo con il capoluogo lombardo. A colazione rigorosamente caffè, latte, cappuccino e brioche. Oggi i tempi sono mutati e a colazione stavolta potrebbe trionfare la tradizione anglosassone e del Nord Italia: spremuta fresca di arance. (A. Fi.)

Al posto del cappuccino, dopo le feste dedicate alla patrona Sant’Agata, una quarantina di bar-pasticcerie della città etnea offriranno a colazione la spremuta fresca di arance a 1,20 euro. L’iniziativa è della Camera di Commercio di Catania, con l’obiettivo di diffondere ai siciliani il consumo del “prezioso” frutto tipico della nostra regione. I bar che aderiscono all’iniziativa esporranno in vetrina gli elementi grafici della campagna “Arance di Catania. Rosse Di Natura”.

Il progetto della Camera di Commercio di Catania punta, quindi alla valorizzazione del sistema produttivo delle arance rosse, simbolo del territorio etneo e della Sicilia. “Stiamo chiedendo ai siciliani di consumare un loro grande prodotto che fino ad oggi è stato decisamente trascurato in casa – ha rilevato il presidente dell’Ente, Pietro Agen – è più facile trovare una spremuta d’arancia su un tavolo di colazione in Inghilterra o nel Nord Italia, che nei nostri ristoranti e bar. Nel nostro territorio una sola azienda propone l’arancia come colazione del mattino, e visto che anche dal punto di vista medico è consigliato consumare questo frutto,  non è facile comprendere come mai proprio il territorio che produce il meglio, faccia  fatica  a proporlo”.

Ed a proposito di arance rosse, domani a Milano, per il 23^ anno consecutivo sarà presentata la campagna dell’Airc (Associazione italiana ricerca sul cancro) “Le arance della salute, mettiamo il cancro all’angolo”. In tutto il territorio nazionale saranno distribuite 411.222 reticelle di arance di 2,5 kg ciascuna. All’iniziativa che sarà illustrata al Westin Palace Hotel, in piazza Repubblica, alle 11, sarà presente anche l’assessore regionale delle Risorse Agricole e Alimentari della Sicilia, Elio D’Antrassi

“Le Arance della Salute – afferma l’assessore – è ormai un appuntamento tradizionale, ed è per noi un motivo di orgoglio partecipare a questo programma che, anno dopo anno, sostiene la ricerca contro il cancro, promuovendo al tempo stesso comportamenti alimentari corretti e sani. Le proprietà delle Arance Rosse di Sicilia – prodotto di eccellenza frutto dell’antica passione di una cultura contadina, sempre più da sostenere e rilanciare – sono il miglior testimone della dieta mediterranea, rispetto a cui abbiamo già costituito un’apposita Fondazione di tutela, e che è considerata da medici, scienziati e nutrizionisti la base per un progetto di vita più sana”.

Antonio Fiasconaro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui