Preparate le papille! Firenze capitale mondiale del gelato.

0
1800

gelatoLo slogan è davvero accattivante: “Preparate le papille!”. Da sempre, però, c’è stata la rivalità per la paternità del gelato tra Firenze e Palermo. Da sempre il capoluogo toscano e quello siciliano hanno fatto la “guerra”, in senso metaforico, s’intende, per conquistare il privilegio di essere stati i primi al mondo ad inventare il gelato.

C’è sempre stata la rivalità tra il pollivendolo fiorentino e cuoco a tempo perso, Ruggeri, tanto osannato da Caterina de’ Medici perchè preparò un dolcetto-gelato che poi divenne vanto della cucina toscana ed il cuoco palermitano, Francesco Procopio dei Coltelli e del suo Cafè Procope di Parigi, che inventò e diffuse in tutto il mondo le creme fredde, le “granite” alla frutta. Pur tuttavia la sana rivalità tra Firenze e Palermo, c’è da sottolineare che il capoluogo toscano ha sempre primeggiato, rispetto a quello siciliano, per aver dato vita al Gelato Festival. Dal Rinascimento al tempo dei Lumi, insomma il “re” gelato è un prodotto esclusivamente italiano, a parte il campanilismo. Dopo il successo ottenuto l’anno scorso, nel corso della prima edizione, anche quest’anno dal 25 al 29 maggio sbarca in Oltrarno il “Firenze Gelato Festival 2011”.

 Nella passata stagione, stando alle statistiche diffuse dagli organizzatori, furono oltre 400 mila coloro i quali assaggiarono i gusti proposti dai gelatieri fiorentini. Quest’anno il Villaggio Artigianale sarà allestito in Piazza Pitti. Ai laboratori a vista, dove i gelatieri in arrivo da tutta Italia, prepareranno i loro gusti e si alterneranno per produrre le golosità, e agli stand per le degustazioni farà da cornice uno dei palazzi più belli e famosi della città, residenza dei Medici che si apre sul Giardino di Boboli. Il Villaggio Industriale, invece, si conferma nella preziosa scenografia di Piazza della Repubblica, nel cuore della città, a metà strada fra Palazzo Vecchio e Piazza del Duomo e raggiungibile da Piazza Pitti con una piacevole passeggiata sul Ponte Vecchio.

Oltre 50 i gelatieri coinvolti che lavoreranno in diretta per il pubblico in laboratori a vista. Protagonisti del prodotto ghiacciato più goloso creato a Firenze ai tempi dei Medici non solo i maestri gelatieri fiorentini ma anche torinesi, milanesi, salernitani e siciliani, oltre che pisani e aretini. Saranno presenti anche i Gelatieri Associati del Triveneto. Al centro della manifestazione le creazioni dei migliori gelatieri fiorentini e italiani che lavoreranno sotto gli occhi del pubblico del Festival per far scoprire i segreti di un prodotto 100% Made in Italy, oltre ad un calendario ricco di eventi per tutti i gusti. Tra le novità una Gelatocard ricaricabile, una nuova piazza da trasformare in villaggio artigianale del gelato, in vetrina le frontiere più innovative del dolce ghiacciato e un percorso tra le gelaterie ancora più ricco. Provare per credere!

NUMERI & CURIOSITA’

Secondo l’elaborazione Sigep su dati Acomag-Aiipa-Confartigianato-Unioncamere, le tonnellate di gelato artigianale consumate annualmente in Italia si assestano attorno alle 360.000 e, soprattutto, il giro d’affari nella gelateria artigianale italiana è di 2,5 miliardi di euro. Su base nazionale si ripete l’aumento delle imprese registrate nella categoria gelaterie e pasticcerie: dal 31 dicembre 2009 al 31 dicembre 2010, le imprese passano da 18.688 a 19.386 e le unità locali o punti vendita crescono di quasi 1000 unità, per la precisione di 998, passando da 22.588 a 23.586. L’IGI (Istituto del gelato italiano) rileva che nel primo trimestre 2011 si è registrato un aumento dei volumi del consumo di gelato dell’1,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per quanto riguarda il 2010, invece, a livello assoluto i quantitativi pro capite del gelato consumato dagli italiani si sono attestati sui 3,5 kg, appena al di sotto della media degli ultimi anni. In totale, nel 2010 sono state consumate 1 miliardo e 282 milioni di porzioni da confezioni in vaschette o secchielli, 1 miliardo e 277 milioni di porzioni da confezioni multipack (ovvero confezioni famiglia delle diverse specialità), 589 milioni di porzioni da passeggio, 256 milioni e mezzo di porzioni di gelato sfuso, 117 milioni di porzioni da torte e tranci e oltre 27 milioni di porzioni di specialità da tavola in confezioni singole.

Antonio Fiasconaro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui