Palermo, presentata Avvinando Wine Fest 2011

0
1780

Nella splendida cornice della Sala Basile dell’Hilton Villa Igiea Hotel ha preso vita la conferenza stampa di presentazione della 5ª edizione della manifestazione enogastronomica, evento atteso nella città, che richiama aziende produttrici e winelovers all’insegna del vino di qualità. Sette giorni di concorsi, premi, emotional tour, seminari, workshop, musica live e degustazioni che si concluderanno venerdì 15 e sabato 16 ottobre nella sontuosa Villa Boscogrande

Il Festival del vino per eccellenza a Palermo alza la posta e rilancia. Se lo scorso anno, infatti, Avvinando andò di scena il 23 e il 24 maggio, per l’edizione 2011 si è voluto davvero piacevolmente esagerare. Grazie al coordinamento dell’Associazione Culturale Elitaria, sono ben sette quest’anno i giorni dedicati all’imperdibile viaggio volto alla scoperta dell’intera enologia siciliana, italiana ed anche internazionale, a cui faranno da sfondo atmosfera, prodotti agroalimentari tipici e musica dal vivo.

I classici due giorni, venerdì 15 e sabato 16 ottobre prossimi, vedranno interamente coinvolta la meravigliosa Villa Boscogrande, location famosa scelta da Luchino Visconti per girare le scene iniziali de Il Gattopardo, come teatro dedicato al vino d’eccellenza, ai sapori della tavola, ai prodotti tipici preparati dalle sapienti mani di chef del calibro di Natale Giunta (foto a destra), Maurizio Cascinoe Francesco Scarpulla, fino a terminare con un denso programma di eventi culturali e musicali con l’esibizione del gruppo “A noi ci piace il Vintage” di Dario Sulis e Vincenzo Ferrera (foto sotto), e con quella del duo SpitaleriLo Bue (pianoforte e contrabbasso).

L’entrée della kermesse, però,avrà inizio domenica 9 ottobre con il Premio Avvinando Wine Fest 2011 e con il Premio Giancarlo Lo Sicco, che noi di Scelte Di Vino abbiamo già ampiamente trattato.

(Clicca qui  sotto per i dettagli):

http://www.sceltedivino.it/public/index.php?option=com_content&view=article&id=411:primo-piano-avvinando-2011-novita-premio-wine-fest&catid=74:news&Itemid=70

Questa 5ª edizione parlerà prevalentemente dialetto siciliano, ma il resto d’Italia ha fiutato l’interesse per la Sicilia e della Sicilia. Sono ancora in corso, infatti, le forniture delle batterie di bottiglie che giungono all’organizzazione, per una stima di circa 90-100 cantine, di cui 36 siciliane, per un totale di 400 etichette in degustazioni. Oltre al vino, il cibo: 10 aziende agroalimentari, infatti, metà delle quali legate a Slow Food, offriranno in assaggio i loro prodotti. Numeri grossi che la dicono lunga sull’attaccamento al territorio di Avvinando e che evidenziano una grossa offerta al pubblico di produzione nazionale e mondiale. La manifestazione s’è resa possibile grazie all’intervento dell’Assessorato Regionale al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo ed è stata inserita nel Calendario Ufficiale della Regione Siciliana delle Manifestazioni di grande richiamo turistico. Patrocinano l’evento il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali; il Ministero del Turismo; l’Istituto Vite e Vino della Regione Siciliana;

l’Università degli Studi di Palermo, per la quale era presente il professor Maurizio Carta , secondo cui la kermesse è una base di rilancio per la regione, ma soprattutto per il suo capoluogo che la ospita; la Provincia Regionale di Palermo, per la quale era presente il suo presidente, l’on. Giovanni Avanti (foto  a sinistra), per il quale «Avvinando guarda alla cultura del nostro territorio creando occasioni di crescita, dal momento che ormai la Sicilia è una regione vitivinicola d’eccellenza che si sta affermando in campo internazionale».

 

Al tavolo seduti tra i giornalisti anche personaggi di spicco del mondo imprenditoriale cittadino come Tommaso Dragotto (foto a destra ), titolare di SicilyByCar, e Roberto Bertola (foto a sinistra ), responsabile UniCredit per il territorio Sicilia, secondo il quale «la qualità in Sicilia è ormai un must,  un motore trainante dell’economia isolana che permette di fare numeri». «Bisogna aiutare la Sicilia – continua Bertolaad esportare sempre più merci e ad importare sempre più turisti; la nostra, infatti, è una banca del suolo al completo servizio delle manifestazioni di promozione».

Marcello Malta

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui