Home Di piatto in piatto Ricette della tradizione Cucina e crisi. Un pranzo per 4 spendendo solo 15 euro? Si...

Cucina e crisi. Un pranzo per 4 spendendo solo 15 euro? Si può. Ecco come.

aragostaCi eravamo abituati a mangiare spesso il pesce e a non badare a spese, almeno qualche volta. Quest’Italia dai mille contrasti ha prima condannato a morte le piccole botteghe rionali sacrificandole all’altare dei grandi centri commerciali in nome di una globalizzazione incalzante, ma poi ci ha suggerito di tornare alla bottega dove acquistare al dettaglio piccole quantità per evitare sprechi è più facile (SdG)

Peccato che le piccole botteghe non esistano quasi più: ma peccato, soprattutto, che grandi centri continuino a sorgere malgrado la gente non abbia più soldi da spendere.
Oggi alla nostra redazione arriva un suggerimento: come preparare un pasto, pranzo o cena o forse entrambi, per 4 persone spendendo solo quindici euro in totale.
Ecco il menu dei nostri lettori che si rimboccano le maniche e cercano di far quadrare i conti: noi lo abbiamo provato, ed è proprio vero che si può mangiar bene spendendo relativamente poco.

Antipasto:          polpettine scotta lingua
Primo piatto :     fettuccine al ragù
Secondo piatto:  rollè di carne farcito
Contorno:          patate al forno

Costo:              euro 13.50

Occorrono:

gr 750 di carne macinata di secondo taglio.
gr. 400 di fettuccine
una noce di burro
una scorza di parmigiano
una busta di “pezzame” di salumeria ( misto di salumi e formaggi)
1 bottiglia di passata di pomodoro
4 uova
olio qb
sale qb
paprika e peperoncino qb
pangrattato qb
latte, una tazza
aglio qb
prezzemolo qb
100 gr parmigiano grattugiato
olio per friggere
sedano, carota, cipolla per soffritto.

Iniziamo dalle polpettine scottalingua.

In una terrina mettete circa 200 gr di carne trita, salatela a piacere.
Aggiungete un uovo intero e mezza tazza di latte, ed aggiungete quindi il pan grattato e una piccola manciata di parmigiano.
Lavorate bene con le mani aggiungendo latte per ammorbidire qualora l’impasto fosse troppo duro, ovvero pan grattato per renderlo più consistente qualora fosse troppo molle e poco maneggevole.
Tritare finemente una testa d’aglio insieme a del prezzemolo ed amalgamare all’impasto. Infine aggiungete la paprika ed il peperonino e formate delle piccole palline.
Passatele nel pan grattato e friggete in oli caldo.
Servitele calde infilzate con uno stuzzicadenti.

Per le fettuccine al ragù:


in un fondo di olio fate rosolare sedano, carota e cipolla tritate finemente.
Aggiungete poi la carne trita ( 300 gr) e fate rosolare allungando, se piace, con un po’ di vino bianco. Salare a piacere e far soffriggere fino a che la carne non presentrerà grossi grumuli e sarà ben dorata.
A quel punto versate la passata di pomodoro a cui aggiungerete la crsta del parmigiano.
Lasciate cuocere a fiamma bassa almeno per un paio d’ore: più si, meno no.
A fine cottura aggiungete una noce di burro e mescolate abbondantemente fino a che il liquido si sarà ristretto. Il ragù non deve essere liquido ma anzi, al contrario piuttosto consistente.
Una volta cotta e scolata la pasta, versate il tutto in una larga padella ed amalgamate il ragù aggiungendo, fuori dal fuoco,il parmigiano.

Per il rollè farcito.

Lavorare la restante carne tritata ( a questo punto circa 250 gr) come avete già fatto per le polpettine, su un foglio di carta d’alluminio precedentemente oliato e cosparso di pan grattato. In questo impasto però non aggiungerete nè paprika nè peperoncino, e dovrà risultare più consistente rispetto a quello delle polpette perchè poi andrà arrotolato.
Una volta steso l’impasto sul foglio d’alluminio, o con le mani o anche aiutandovi con un mattarello, ungetelo con un filo d’olio e cospargete di pan grattato. Poi sistemate i salumi e i formaggi ridotti a pezzetti piccoli e due uova sode intere o a fette che avrete preparato prima.
Aiutandovi con un lembo della carta d’alluminio, sollevate una estremità ed iniziate ad arrotolare. Quando avrete ottenuto il rollè chiudete la carta d’alluminio e cuocete  in forno a mo’ di cartoccio per 50 minuti a 180 gradi.

Per le patate al forno.


Tagliate a cubetti un chilo di patate. Sciacquatele sotto l’acqua corrente e versatele in una pentola dove avrete fatto bollire dell’acqua leggermente salata.
Fate lessare per cinque minuti e passate subito dopo in una teglia da forno. Irrorate di olio e mescolate bene: tutti i cubetti dovranno essere ben oliati.
Cospargete di sale a piacere ed infornate a 200 gradi per 25 minuti. Concedete ulteriori 5 minuti al grill. Aromatizzate, se vi va, con rosmarino o timo. Ma sono ottime anche al naturale.

SdG

Nessun commento

Rispondi