“Tutto in un weekend”. A Castellana Sicula è di scena il gusto

0
1819

Castellana Sicula, paese delle Madonie, in provincia di Palermo, per tre giorni, da venerdì 9 a domenica 11 dicembre si trasformerà in un “teatro del gusto”. Protagonisti saranno la genuinità delle materie prime e la maestria nella loro lavorazione con una scenografia ispirata alla riscoperta dei sapori nostrani. (A.Zi.)

La pecora bollita e arrostita, la salsiccia alla brace, le schiacciate a “vampa”, i panini con la salsiccia e naturalmente le bontà della rinomata pasticceria locale che nel lungo weekend prenatalizio potranno essere gustati a Castellana Sicula. La kermesse, interamente ideata e organizzata dall’Associazione Operatori Economici con il contributo dell’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Sicilia, dei Presidenti della Regione e dell’Assemblea Regionale, del Parco delle Madonie e della Provincia Regionale di Palermo, altro non è che la summa di tre manifestazioni realizzate negli anni scorsi, ovvero, la Sagra della Pecora, la Festa del Pane e la Sagra della Salsiccia.Tutte “firmate” Ass.Op.Eco che, grazie a questa iniziativa, “torna ad essere il principale motore di tutte le azioni di promozione e valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti”. A dare il via al calendario degli eventi previsti sarà la tavola rotonda, che si terrà venerdì alle 16,30 presso l’aula consiliare del Comune e che sarà sul tema:”Le Madonie, un’impresa da sostenere”.

Tra i relatori: Salvino Caputo, presidente della Commissione Attività Produttive dell’A.R.S., Angelo Miccichè, mandatario del nascente distretto turistico Cefalù-Madonie-Imera, Angelo Pizzuto, Commissario dell’Ente Parco delle Madonie e Maurizio Pucceri, Casartigiani. Al termine saranno aperti gli stand espositivi delle numerose aziende che partecipano alla manifestazione offrendo al pubblico un vasto assortimento di specialità gastronomiche. “Tutto in un week end”, coinvolgerà anche un altro settore dell’imprenditoria castellanese: l’artigianato “che – dicono gli organizzatori – per l’ottima qualità dei suoi prodotti, merita di essere pubblicizzato e valorizzato con maggiore concretezza”. Appositi spazi verranno dedicati ad una esposizione di manufatti  lignei, in ferro battuto e  i  preziosi tessuti ricamati, dall’alto valore economico, ma soprattutto etnoantropologico,  realizzati da un operoso artigianato femminile locale.Nella giornata di sabato, dalle 18 in poi, si gusteranno, al ritmo di musica, le specialità della gastronomia castellanese, direttamente preparate negli stand. La mattina della domenica sarà dedicata, invece ai piccini. Alle 9.30 a Calcarelli: un panino da record farcito con Nutella e accompagnato da latte fresco e l’esibizione del gruppo folkloristico della cordella junior. Poi nuovamente a Castellana con altre degustazioni e, dalle 16 in poi, si darà il via a un pomeriggio da guinness, con il panino record di 20 metri circa, interamente farcito con i salumi preparati dagli operatori locali. Una tre giorni che si preannuncia intensa e che – auspicano gli organizzatori – “metterà in risalto ‘i beni di Castellana’, aprendo una vetrina sui prodotti gastronomici, artigianali e culturali tipici del territorio. Il nostro obiettivo – dicono- è quello di bissare il successo ottenuto con ‘Il primo Festival del Cioccolato delle Alte Madonie’ che ha fatto registrare il tutto esaurito con più di cinquemila visitatori e che ha avuto una risonanza nazionale”. In occasione di quella manifestazione era stata regalata al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano “un combattivo Garibaldi che prende corpo dal tricolore”, interamente scolpito in cioccolato. Un’esclusiva opera d’arte realizzata, per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, dall’artista castellanese Giuseppe Cangelosi.

Arianna Zito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui