“Genuino Clandestino” sbarca in Sicilia

0
1475

Una delle prime immagini che viene in mente quando si pensa ad un prodotto sano e  genuino è quello di una massaia che prepara pietanze per la propria famiglia. Peccato che, se poi volesse vendere queste stesse pietanze dovrebbe attraversare un’infinita e dispendiosa trafila, alla fine della quale il prodotto di partenza perderebbe le caratteristiche iniziali che l’hanno reso tanto appetibile. La campagna “Genuino Clandestino” dal 28 al 31 gennaio proverà a cambiare le cose (M.Za.)

Genuino Clandestino” è una campagna  per la libera lavorazione dei prodotti della terra che trae origine a Bologna e che sbarca anche in Sicilia da sabato 28 a martedì 31 gennaio 2012 promossa dall”associazione Campi Aperti e organizzata da un gruppo di persone che già da tempo lavorano e si battono per il diritto alla cura della terra (GAS, agricoltori, associazioni del territorio). Il nucleo centrale è rappresentato da un gruppo di contadini e artigiani che lavorano le materie prime offerte dal proprio territorio nel rispetto di risorse preziose come l’acqua e la Terra, cercando  di vendere i prodotti finiti  che avranno il valore aggiunto  della provenienza locale.

“Genuino Clandestino” nasce, appunto, per rivedere le logiche economiche e le regole di mercato cucite sull’agroindustria, in difesa della libera lavorazione dei prodotti e dell’agricoltura contadina. Da queste convinzioni nasce questa campagna appoggiata da uomini e donne provenienti da ogni parte d’Italia, impegnati in nuove forme di resistenza contadina. Mentre le norme igienico-sanitarie bandiscono dal mercato migliaia di piccoli produttori, il consumatore continua a subire, spesso inconsapevolmente, modelli di produzione del tutto inadeguati a garantire genuinità ed affidabilità nella grande distribuzione.

Il fulcro della campagna è rappresentato dal rifiuto del  complesso meccanismo burocratico che sta alla base della copiosa legislazione in materia di certificazione di qualità dei prodotti artigianali, poiché il singolo artigiano per regolarizzare la propria posizione e potere ottenere la licenza di vendita dei prodotti lavorati deve  compiere  una serie infinita di adempimenti burocratici tali da alterare il passaggio diretto  dalla terra alla tavola che rappresenta, piuttosto, il vero valore del prodotto stesso. Si cade così in una contraddizione che fino ad ora è stato difficile, per non dire impossibile, dirimere se non percorrendo vie che tendono ad allontanare dalla legalità, piuttosto che avvicinare come è nostro auspicio. Al fine di sensibilizzare sull’importanza di ridurre al minimo il passaggio terra-tavola, “Genuino Clandestino” ha organizzato quattro eventi regionali. Di seguito vi riportiamo il programma del tour Campi Aperti:

Sabato 28 gennaio – PALERMO
Laboratorio Zeta, via Boito 7
16.00-18.00: Mercatino delle autoproduzioni
18.00: Presentazione della campagna GC
18.30: Proiezione film
19.40: Proposte per la costituzione di un movimento GC in Sicilia
21.00: Cena di autofinanziamento con prodotti genuini (contributo 5 €)
22.00 improvvisazioni musicali, portate gli strumenti che faremo festa

Domenica 29 gennaio – MODICA (RG)
Singola-camera da tè, via San Giuliano 59
17.30: Presentazione della campagna GC
18.15: Proiezione film
19.30: Dibattito

Lunedi 30 gennaio – RAGUSA
Associazione Culturale GAS Colibrì, via Umberto Giordano 57
17.00-18.30: Mercatino delle autoproduzioni
18.30: Presentazione della campagna GC
19.00: Proiezione film
20.15: Dibattito
21.15: Cena di autofinanziamento con prodotti genuini (contributo 5 euro)

Martedì 31 gennaio – CATANIA
“Sportegas” Associazione Siqillyah, Via Ciccaglione 9
17.00: Mercatino delle autoproduzioni
18.30: Presentazione della campagna GC
19.00: Proiezione film
20.15: Dibattito
21.15: Cena di autofinanziamento con prodotti genuini (contributo 5 euro)

Info e contatti
genuinoclandestinosicilia@inventati.org
per Palermo – Delia 339.5305958
per Ragusa e Modica – Alessandra 328.8675861
per Catania – Margherita 347.3761737

Manuela Zanni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui