Oriental Chic: a Palermo una kermesse alla scoperta dell’ Umami di Alfredo Iannaccone.

0
2164

Iannaccone foto7Palermo sempre più “golosa” e sempre più spesso meta di incontri enogastronomici di alto livello, con uno sguardo proteso verso l’innovazione ma con un occhio rivolto alla solida tradizione locale.
Iannaccone con Eleonora Federici ( master chef)E’ questo il concept che lo chef campano Alfredo Iannaccone ( in foto con Eleonora Federici, finalista Master Chef) ha deciso di portare in Sicilia, privilegiando Palermo, al culmine di una serie di partecipazioni di alto profilo a fiere, eventi e degustazioni in giro per l’ Italia.
Iannaccone foto6Il giornalista chef, che nel capoluogo siciliano presenterà anche il suo libro “ Suggestioni di Cucina Vagabonda”, non nasconde la sua passione per la Sicilia: “Sono campano, dell’avellinese, ma ho sempre amato la Sicilia. Terra che trovo ricca di fascino, di mistero, di odori ed aromi unici. Terra di ispirazione per la grande varietà di materia prima di eccellente qualità. Così nasce la mia idea di cucina Zen declinata in versione siciliana”.
Iannaccone foto 1Nelle due serate in programma per il 15 e 16 di maggio presso il Ristorante “Il Principe e l’Oste” di Palermo, Iannaccone “racconterà” l’Umami: quel “Quinto Gusto” conosciuto a pochi ma che svela sensazioni gustative magnifiche. “I miei menù” – dice Iannaccone – sono frutto di sogni, a volte anche di delirio e, perché no, di smaniosa voglia di creare, di fondere, di coniugare. Iannaccone foto3Vivo una febbricitante passione per la cucina Zen che nella materia prima siciliana esplode in un caleidoscopio di colori, gusti e sensazioni. Se fosse possibile, nel corso delle serate palermitane, amerei poter servire tutto ciò che ho creato in questi anni: ma, per ovvie ragioni, mi dovrò limitare a sei portate con due menù degustazione che costituiscono un tracciato perfetto che accompagnerà l’avventore lungo un percorso sensoriale fatto di accenti, di trovate innovative ma anche di solida tradizione. Iannaccone foto5Non nascondo che, pur dovendo ancora realizzare le due serate, ho già voglia di continuare a girare la Sicilia con ulteriori appuntamenti. Amo moltissimo la zona del Belice e del Trapanese, oltre a Palermo che è una perla di arte e di cultura e Catania, con i suoi “moods” cosmopoliti. Iannaccone foto2Credo che, se dovessi cambiare appartenenza regionale, la Sicilia sarebbe senza dubbio la mia scelta”.

Una kermesse che desterà sicuramente l’interesse dei tanti gourmand palermitani che non vorranno perdere l’occasione unica di approcciarsi ad una cucina che è l’esatta trasposizione della filosofia Zen, ed in cui coesistono, in grande armonia, lo Ying e lo Yang: il maschio e la femmina. Un concetto complesso ed estremamente gratificante che nei piatti di Iannaccone prende forma e si rivela elegante, minimal, chic ma, soprattutto, carica di gusto.

Alfredo Iannaccone presenterà i suoi menù degustazione il 15 e 16 maggio presso il ristorante “Il Principe e l’Oste” di Palermo. I dettagli dell’evento li trovate qui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui