Le bollicine fanno bene alla salute

0
1289

E’ il risultato di uno studio della UK Reading University, nel quale si è scoperto che i vini bianchi con le bollicine fanno bene al cuore ed al cervello. In particolare lo studio ha citato il Prosecco, celeberrimo spumante veneto di Valdobbiadene, che è ricco di polifenoli, sostanza antiossidanti, che consentono di far diminuire l’ipertensione con conseguente protezione del sistema cardiovascolare (Ni.Pa.)

Tali proprietà salutistiche per l’organismo umano non sono una novità, in quanto già una dozzina di anni addietro, nel corso dei convegni intitolati “Vino e Salute” che si sono tenuti per diversi anni a Marsala, ed ai quali venivano invitati i maggiori esperti mondiali nel settore di questi ricerche, sono venuti fuori i valori postivi per l’organismo umano da parte del resveratrolo e di tante altre sostanze contenute nelle bucce delle uve e trasmesse al vino. Oggi questi studi sono particolarmente seguiti anche in Italia, in particolare dai ricercatori dell’Istituto Agrario San Michele all’Adige, che hanno individuato il “Gene DXS”, che determina anche l’aromaticità delle uve. Il problema di queste ricerche è, naturalmente, la visione contrastata dell’alcool da parte delle istituzioni che ancora oggi sono restii ad ammettere che il vino possegga virtù e non sia solo causa di pericoli per la salute. Secondo il prof. Attilio Scienza, massimo esperto mondiale di vitivinicoltura, il consumatore è stato costretto a subire un atteggiamento sospetto sul tema del vino, con una informazione che ha destato sospetti sul vino, che è un prodotto cha consumare con sicurezza e certezza di salubrità. Naturalmente aggiungiamo noi che il vino deve essere di qualità, parola da non confondere con vino molto costoso: oggi è possibile bere vini di qualità notevole a prezzi decisamente accessibili. Il suggerimento che vi diamo è certamente seguire le guide vinicole più serie, come quella di Luca Maroni tanto per citare la più autorevole, nelle quali si possono facilmente individuare i migliori vini dal profilo organolettico (piacevolezza) e capire pure dalla sua descrizione sulla consistenza se si tratta i vini con estratti secchi elevati. L’estratto secco del vino di calcola i mgr/lt, eliminando la parte liquida in acqua ed alcool: più è elevato, più estrazione c’è stata dalle bucce. Un vino con elevata consistenza viene prodotto da piante che sono state potate ed hanno reso pochi grappoli, dove si è concentrata la qualità.

Vini di grande consistenza

Rossi:

–          Nero d’Avola

–          Aglianico

–          Amarone

–          Cabernet Sauvignon

 

Dolci:

–          Passito di Pantelleria

–          Moscato d’Asti

–          Picolit

–          Malvasia Passito delle Lipari

 

I nostri migliori Prosecchi

Prosecco Cuvée del Fondatore di Valdo

Prosecco Cartizze di Le Colture

Prosecco N° 10 di Valdo

Prosecco Dry Millesimato Agostino

Prosecco Foss Marai Strada di Guja

 

Nino Panicola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui