La Sicilia di Expo tra cibo ed immagini di Pantelleria

0
2843

cluster1La terza giornata di Expo 2015 ha visto il Cluster Biomediterraneo impegnato nella realizzazione e gestione di numerosi eventi.
La giornata é iniziata con la presentazione dell’isola di Pantelleria da parte dello chef siciliano Peppe Giuffré e della produttrice Giulia Pazienza dell’azienda “Costa Ghirlanda” che hanno raccontato l’autenticità del “Isola Nera“con i suoi muretti a secco, il suo vento, il silenzio e i cieli stellati.
cluster4Al centro del dibattito i temi della biodiversità, del paesaggio e della sostenibilitá: dalla vite ad alberello, diventato Patrimonio Unesco nel novembre 2014, ai giardini arabi pieni di arance, sapientemente riproposti.
expo clusterA far da protagonisti di questo suggestivo scenario sono stati: la vite ad alberello, i capperi, lo zibibbo, il passito e i vini di Pantelleria, frutto di una viticoltura eroica realizzata su terreni impervi ma ricchi della sapidità portata dal vento, della mineralitá che deriva dai terreni vulcanici e dalla sapienza dell’uomo che ha saputo coltivarli.
La giornata é proseguita con lo show cooking affidato agli chef panteschi Michele Liuzza e Gian Claudio di Malta che hanno preparato due piatti tipici della tradizione dell’Isola realizzati esclusivamente con prodotti locali: le busiate col “pesto pantesco e capperi” e i noti “baci di Pantelleria“, un dolce a base di ricotta vaccina.
Aglio rosso di Nubia, olio extravergine di oliva, basilico a foglia larga, prezzemolo, mandorle e pomodoro siccagno, sono gli ingredienti principali del pesto pantesco. cluster2Questi sono stati sapientemente pestati col mortaio in legno d’olivo, un fine lavoro manuale in cui la tradizione si mescola con l’innovazione.
Accanto a queste prelibatezze, il “principe delle tavole italiane”, il pane, realizzato con antichi grani siciliani moliti a pietra, che per l’occasione ha assunto la forma della bandiera dell’Albania, un’aquila a due teste, a testimonianza dell’importante ruolo di integrazione svolto dal Mediterraneo.
Agli eventi della mattina sono intervenuti, tra gli altri, Rosario Cappadona per la cooperativa dei capperi di Pantelleria, Benedetto Renda amministratore delegato della storica cantina Carlo Pellegrino e Ketty D’Ancona, l’azienda produttrice di passito di Pantelleria piú antica dell’Isola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui