Il polpettone di tritato alla palermitana: cavallo di battaglia della cucina siciliana da generazioni

0
2236

La preparazione del polpettone è lunga e laboriosa, ma organizzandosi per tempo occorrerà relativamente poco ed ha il vantaggio di essere un piatto particolarmente gradito anche ai bambini, che di solito invece non amano la carne, e di conservarsi bene per il giorno dopo. Il segreto sta però nel sigillare il rotolo, per un effetto perfetto.

Intanto gli ingredienti per un polpettone di tritato alla palermitana, detto anche  “bruciuluni” in dialetto.

Per un rollò per sei porzioni ( una porzione prevede due fette) occorreranno:

700 gr di carne di manzo tritata, di secondo taglio

1 uovo

Prezzemolo q.b.

Una manciata di parmigiano grattugiato

Un bicchiere di latte

Sale e pepe q.b.

Aglio q.b. ( se piace)

Due manciate di pangrattato


 

Per la farcia:

 

Olio EVO q.b.

Salame tipo Ungherese o Milano, sei fette.

Prosciutto cotto, sei fette.

1uovo sodo tagliato a fettine sottili o sminuzzato.

Provola semi piccante, sei fette.

Procedimento:

In una ciotola mettere la carne, un uovo intero, il latte, il prezzemolo, una presa abbondante di sale, un pizzico di pepe, la punta d’aglio se piace, il parmigiano ed il pangrattato. Impastare con le mani fino a che tutti gli ingredienti si saranno amalgamati dando luogo ad un impasto consistente ma morbido, purchè non appiccicoso. Mentre portate il forno alla temperatura di 180*, bollite l’uovo fino a che sarà sodo e  lasciate riposare l’impasto. Nel frattempo disponete sul piano di lavoro due fogli di carta d’alluminio parzialmente sovrapposti, ed ungeteli con olio, cospargendo successivamente di pangrattato. Stendete l’impasto sui fogli d’alluminio e, anche aiutandovi con un mattarello, formate un grande medaglione non troppo spesso, facendo attenzione a che non si spezzi. Spennellate con olio d’oliva ed iniziate a farcire. Sull’olio spargete pangrattato: ciò conferirà morbidezza e compattezza. Poi, nell’ordine, adagiate le sei fette di salame, quelle di prosciutto, l’uovo sodo sminuzzato ed infine le fette di provola. Prendete i lembi esterni del foglio di alluminio ed iniziate ad arrotolare. Quando avrete finito di arrotolare “saldate” stringendo e modellando la carne attraverso l’alluminio. Poi chiudete a forma di “caramella” e mettete in forno. Dopo 25 minuti di cottura togliete l’alluminio e versate sul fondo della teglia un filo d’olio. Ultimate con ulteriori 10/15 minuti di cottura.

 

Questo piatto, sostanzioso e nutriente tipicamente “della domenica”, andrebbe trattato come il roast beef: dovreste dunque aspettare che si sia freddato prima di affettarlo per evitare la fuoruscita della farcia e la rottura della carne. Se non gradite consumarlo tiepido, potete ripassarlo velocemente in forno già affettato e subito prima di servirlo ben caldo.

Il contorno ideale è pisellini saltati al burro o patate al forno al rosmarino.