Capricci di mare – Sferracavallo (Pa)

0
5167

Non resisto e lo scriverò subito. E’ qui che, per me, si mangia la pasta con i ricci più buona che si possa trovare a Palermo. Ecco detto questo, posso iniziare a scrivere il resto. Eh sì, dopo che sono tornata per la quarta volta in questo locale, è un’affermazione che posso fare senza tema di smentita.

Perché -come si dice a Palermo- una volta si può “insirtari”, ovvero indovinare la giusta alchimia per la composizione di una pietanza. Ma se dopo la prima, la seconda, la terza, anche la quarta volta ti ritrovi a mangiare un piatto di pasta “sublime”, beh…sicuramente non ti trovi di fronte un cuoco fortunato bensì un bravo cuoco. Fortunati, invece, siamo stati noi che siamo arrivati nel locale poco prima che dalla Chiesa della borgata marinara di Sferracavallo uscisse la “vara dei Santi Medici”.  Sussultando -non poco- ad ogni colpo di “alborata” abbiamo ordinato i nostri antipasti.

Naturalmente, non abbiamo rinunciato a quello che -prendendo il nome dal locale- si chiama “Capricci di mare”: un ricco vassoio composto da una selezione di golosità di mare che varia, di volta in volta, assecondando stagionalità e pescato del giorno. In questo abbiamo trovato: crostini ai ricci, ostriche, fasolari, gambero rosso marinato, frittura di seppioline , “vuccuni” (lumache di mare), insalata di mare , salmone, tonno e pescespada affumicati. Tutto il cibo che compone il piatto era molto buono e i frutti di mare erano (anche questa volta!) freschissimi. Mi piace sottolinearlo, poiché non mi è capitato di rado -a Sferracavallo- imbattermi in frutti di mare che erano sì freschi…ma sol perché adagiati su un letto di ghiaccio. Uno dei commensali ordinerà un ottimo sautè di vongole, cozze, fasolari e cannolicchi. Mentre un altro si accontenterà – si fa per dire- di un semplice piatto di ricci (pieni e dolcissimi) ed uno di ostriche.

Tutti poi, invogliati (confesso!) dalle mie sperticate parole d’elogio, ordineranno con me la succitata pasta con i ricci. Il giudizio, anche per loro, è più che positivo. Un mix di gusto e sapore che non ha nulla da invidiare all’alta cucina. Ricchissima di uova di riccio, l’unica nota negativa -questa volta- è stata la cottura , non proprio “al dente”, della pasta. Ma, nel menu del locale trovano spazio tante altre varietà di primi a base di pesce. Un esempio per tutti :nei tavolo accanto al nostro abbiamo visto arrivare delle invitanti fettuccine all’astice. Non sono mai riuscita a mangiare i secondi piatti. Ma la colpa è solo delle porzioni “over size” dei piatti proposti. A questo proposito, per la prima volta dopo tanti anni, ho visto uno dei miei commensali alzare bandiera bianca dopo l’antipasto e il primo piatto. La lista dei vini è prevalentemente legata a quelli siciliani. Il prezzo si aggira sui 30,00 euro a persona.

Arianna  Zito

Capricci di Mare – Spaghetteria e frutti di mare – Via scalo di Sferracavallo 4/A  tel. 091-6910658

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui