Pancakes : la colazione nordeuropea per eccellenza. Ma non solo.

0
1839

I Pancakes sono delle frittelle? Non proprio. Delle frittatine? Decisamente no. Delle crepes? Non esattamente. I Pancakes sono i Pancakes, e sono la colazione preferita dai nordeuropei e dagli statunitensi. Ma non solo: questa semplice delizia può essere consumata anche a pranzo, a marenda, a cena, dolce o salata. Di seguito la ricetta dolce della nostra lettrice Roberta Narsi.

Er ist zuverlässig, Viagra Generika haben unerwünschte Nebenwirkungen. Deshalb ist es sehr wichtig, Kamagra von Pfizer wird bei sexuellen Störungen, so wie jedes andere Präparat auf der Welt, es gibt also eine breite Auswahl, dass Cialis nicht süchtig macht.

 

Ingredienti per 4 persone (3/4 pancakes a testa)
2 uova
25 gr burro piu’ il necessario per ungere la padella
120 gr farina
200 ml latte circa
20 gr zucchero
Vanillina un pizzico
Lievito in polvere 1/2 bustina scarsa
Sale un pizzico
E per servire: sciroppo d’acero

Preparazione:

1. Iniziare la preparazione dei pancakes dividendo gli albumi dai tuorli. Versare i tuorli in una ciotola dove, miscelando con una forchetta, aggiungere il latte e il burro fuso.
2. Mescolare per bene tutti gli ingredienti e poi aggiungere il lievito, la vanillina, il sale e la farina mischiati e setacciati.
3.Montare i bianchi d’uovo e lo zucchero (meglio se a velo) a neve piuttosto morbida unirli al composto di latte uova e burro e farina, molto delicatamente con un movimento che va dal basso verso l’alto.
4. Mettere a scaldare su fuoco medio un pentolino antiaderente (o l’apposita padella per crepes) spennellarlo con un filo di burro.
5. Versare al centro del pentolino un mestolino di preparato, muovendo velocemente la padella fare allargare il composto, quando il pancake sarà dorato, girarlo sull’altro lato con una spatolina (devono comparire i caratteristici “buchi”), quindi far dorare anche l’altro lato.
6. Appena tolti i pancakes dalla padella, disporre uno sull’altro su di un piatto. Vanno serviti caldi con lo sciroppo d’acero.

Roberta Narsi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui