Metti una sera a cena con… uno chef “d’autore”

0
1758

Sono le cene da “Eat’s” store a Milano in Galleria del Corso. Gli eventi di primavera di “Eat’s Chef Time” partono con marzo (la serata del 5 con Luigi Biasetto è stata rimandata all’ultimo) e termineranno in maggio ospitando celebri chef come Davide Oldani, Alfio Ghezzi e Matteo Gelmini (e Biasetto con data da stabilire) (P.Pi.)

 

Quattro grandi interpreti dell’alta ristorazione italiana che proporranno l’eccellenza della cucina nazionale nella location ex cinema Excelsior da settembre 2011 concept store dedicato al lusso. A cadenza mensile, “Eat’s Chef Time” propone l’incontro con eccellenze della cucina italiana invitando chef d’eccezione a realizzare una “cena d’autore” interpretando, secondo il proprio stile, la qualità e i sapori del mondo “Eat’s” attraverso l’utilizzo delle materie prime provenienti dal suo food market. Nato da un’idea dell’imprenditore veneto Sergio Menegazzo, del Gruppo Canzian-Menegazzo, “Eat’s” è un innovativo food store che propone un nuovo modo di fare la spesa, abbinando a un’accurata selezione di eccellenze agroalimentari, dallo scaffale alle isole del fresco, una ricca cantina dotata di Dwine con adiacente bistrò e wine bar. Lunedì 26 marzo “Eat’s Chef Time” proporrà l’incontro con l’inconfondibile cucina “pop”, il talento e la sensibilità di Davide Oldani (foto sopra a destra), acclamato chef patron del ristorante “D’O” di Cornaredo (Mi) che ha fatto della convivialità, del rispetto per la tradizione e del rapporto con le cose semplici la sua firma d’autore.

Alfio Ghezzi (foto a sinistra), chef della Locanda Margon di Trento (presso le Cantine Ferrari), recente vincitore del premio “Bocuse d’or” e al lavoro per la prossima gara europea, sarà protagonista dell’appuntamento in calendario martedì 17 aprile. La personalissima lettura del rapporto tra vini e cibi che distingue la cucina di Ghezzi è preannunciata dal titolo del menù che proporrà all’Eat’s Store di Milano: “Menù bollicine”, interessante inversione di ruoli tra cibo e vino in cui è il piatto a essere abbinato al vino e non il contrario. Martedì 8 maggio, l’Eat’s Chef Time “gioca in casa” mettendo sotto i riflettori la cucina, ma anche la personalità e la filosofia del giovane e talentuoso Matteo Gelmini (foto sotto), da settembre 2011 chef dell’Eat’s store milanese che per l’occasione presenterà una selezione delle sue specialità culinarie che puntano a esaltare la materia prima e la tradizione attraverso l’utilizzo di tecniche di preparazione innovativa e del tutto personali. Luigi Biasetto (foto titolo) chef padovano vincitore della “Coupe du Monde de la Patisserie” a Lione nel 1997 autentico maestro dell’arte pasticciera e della lavorazione del cioccolato, proporrà invece una cena basata su un’intrigante esplorazione dei confini tra il dolce e il salato. Le cene d’autore di Eat’s Chef Time avranno inizio intorno alle 20.30 e saranno aperte al pubblico fino a esaurimento dei posti disponibili nell’area ristorazione dell’Eat’s Store. Per prenotazioni è possibile rivolgersi al Bistrò Eat’s (02.76280614).

E se è vero che i talenti si coltivano in culla, ecco un’occasione per far giocare i bambini in cucina – e che cucina – con uno chef di rango: “Eat’s” infatti propone anche golosi incontri dedicati ai più piccoli con un appuntamento settimanale per insegnare ad amare il buon cibo. «Perché scoppiate a piangere ogni volta che tagliate una cipolla?», «Come fa a esistere un “Sale dell’Himalaya” se il sale si trova nel mare?». Queste alcune delle domande che potrebbero porgere le fervide menti dei piccoli e che troveranno una competente risposta nel bistrot di Galleria del Corso. Tutti i lunedì pomeriggio dalle 16 alle 17 nello show cooking dello store prende vita un vero e proprio laboratorio pratico a cura dello chef Matteo Gelmini. L’incontro è preceduto da una fase iniziale di esplorazione e approfondimento tra i banconi del food market al piano inferiore, dove i piccoli cuochi possono scegliere gli ingredienti da utilizzare nella preparazione dei loro manicaretti. Il corso per “Junior Chef” di Eat’s – gratuito ma su prenotazione – promette creatività e l’orgoglio dei risultati, e alle mamme un simpatico momento di relax con le amiche degustando magari un ottimo vino. Un simpatico omaggio ricorderà ai partecipanti che chef si può diventare con impegno, fantasia e tanta semplicità.

Paola Piovesana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui