Le Castagne di Carnevale con una salsa golosa

0
1830

Come quasi tutti i dolci che risiedono nella memoria storica del nostro Paese, anche le Castagnole non sono estremamente “dolci”. Il contenuto di zucchero è limitato, la consistenza semplice e genuina.Noi siciliani siamo abituati a dessert corposi che narrano di crema di ricotta, di mandorle e di fichi, così la ricetta delle Castagnole non poteva che arricchirsi di una componente golosa: una salsa al cioccolato (Ti.Ni.)

Si tratta di un tradizionale dolce romagnolo che, come le chiacchiere, è stato adottato un po’ da tutta la penisola, rivisitato e presentato in odor di quella festa che tra maschere, coriandoli e festoni, lascia sfilare in piazza abiti, scherzi e marachelle: il carnevale.
Un piatto semplice e facile da realizzare, per seguire la nuova tendenza del “salutare”, le castagnole si lasciano cuocere volentieri anche al forno, ma noi le abbiamo amate così, vere e sincere, fritte e intinte in una ganache morbida di cioccolato gianduia. La tradizione vorrebbe strutto al posto del burro e per aromatizzare, un vino bianco secco o del liquore all’anice, ma anche in questo caso abbiamo preferito conferire uno spessore diverso, un tocco nuovo al gusto antico, che si specchia in un cucchiaio raso di rum a profumare.

Ingredienti:
250 g di Farina 00 + 50 g circa per la spianatoia
2 Uova
80 g di Zucchero semolato
50 g di Burro
½ bustina di Lievito per dolci
1 pizzico di Sale
½ Limone, la scorza grattugiata
1 cucchiaio di Liquore, Rum per aromatizzare
Olio per friggete
Zucchero a velo e cannella per decorare

Per la Salsa al cioccolato:
140 g Panna fresca
100 g di Cioccolato in tavoletta, il gusto dipende dalle preferenze: gianduia, fondente o al latte.

Procedimento:
Setacciate la farina in una terrina, al centro del cumulo aggiungete il lievito e il pizzico di sale, il burro ammorbidito e tagliato a fiocchetti, lo zucchero, le uova, la scorza del limone grattugiata finemente ed il rum. Impastate la farina agli altri ingredienti fino ad ottenere un composto liscio, lavorate l’impasto per diversi minuti in modo da renderlo più omogeneo possibile. Portate il vostro impasto sulla spianatoia infarinata, lavoratelo ancora un po’ – nel caso in cui si presenti appiccicoso – con la farina cosparsa sul ripiano, quindi dividete la pasta a pezzetti da arrotolare a listarelle lunghe e spesse un paio di centimetri. Da queste listarelle, tagliate dei tocchetti grandi quanto “castagne” (da cui il nome), arrotondateli e friggeteli in abbondante olio bollente. Appena fritte le castagnole, lasciatele a scolare su carta assorbente poi decoratele con zucchero a velo, se gradite misto a cannella.

Per arricchire il gusto delle castagnole potrete preparare una salsa al cioccolato dove intingere i dolcetti. Mettete in un pentolino la panna fresca e scaldatela fino al bollore, spegnete la fiamma e versate dentro la panna caldissima il cioccolato ridotto a cubetti. Attendete un paio di minuti quindi con una spatola mescolate energicamente in modo da far sciogliere il cioccolato nella panna; la salsa andrà servita calda.

Tiziana Nicoletti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui