Italia al primo posto in Europa per prodotti a marchio di qualità. Sul podio Emilia Romagna, Veneto e Lombardia con marchi Dop e Igp

0
817

italia leader cerificazione qualitàL’Italia è leader in Europa per numero di prodotti con certificazione di qualità. Una notizia che un po’ ci si aspetta ma che, nonostante tutto, strappa quel sorriso di gioia e compiacimento, come quando sotto l’albero sai cosa si nasconde nel pacco più grosso, ma quando lo scarti l’incanto e l’emozione ti sorprendono comunque.

In questo caso, a sorprendere davvero sono i numeri. Sarebbero ben 294 i prodotti italiani riconosciuti dall’Ue certificati con i marchi di “Denominazione di origine protetta” (DOP), “Indicazione geografica protetta” (IGP) e “Specialità tradizionale garantita” (STG), con un tasso di crescita pari al +382% negli ultimi vent’anni.
A seguire timidamstg-logoente la scia italiana sono i cugini d’Oltralpe con 245 prodotti, la Spagna e il Portogallo rispettivamente a quota 195 e 138, e infine la Grecia con 105 eccellenze certificate.

A rendere ufficiali questi dati è l’analisi condotta dagli Uffici Studi Confagricoltura Veneto e CGIA, Associazione Artigiani Piccole Imprese di Mestre, dopo un attento monitoraggio sulle preferenze dei consumatori e sui trend di crescita delle eccellenze nostrane in seno all’Unione Europea.
Infatti, secondo quanto emerso dall’indagine, l’Italia non sarebbe soltanto la prima per numero di prodotti a marchio di qualità registrati, ma questi rappresenterebbero anche il 21% del totale europeo. Cifre da capogiro, insomma, con un giro di affari di svariati miliardi di euro.

LogoDOPMa quali sono le categorie di prodotti con certificazioni di qualità?

Comparto agricolo e caseario al primo gradino del podio
In Italia, oltre il 70% del totale dei prodotti a marchio di qualità sono rappresentati dall’ortofrutta, dai cereali, dai formaggi e dall’olio.
Scendendo nel particolare, la regione con maggior numero di eccellenze certificate è senz’altro l’Emilia Romagna che sbalza di gran lunga anche le altre regioni giunte sul podio, con ben 43 prodotti di cui 18 DOP e 25 IGP. Al secondo posto il Veneto con 36 prodotti (18 DOP e 18 IGP) e al terzo la Lombardia con 20 prodotti DOP e 14 IGP per un totale di 34. Seguono la Toscana con 31 eccellenze, la Sicilia, prima regione del Sud a far capolino in vetta alla classifica con 30 prodotti a marchio di qualità, seguita dal Lazio a quota 27.

Secondo gli ultimi rilevamenti Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, in collaborazione con la Fondazione Qualivita, gli Uffici Studi Confagricoltura Veneto e CGIA, si è potuto osservare che il valore dei prodotti agroalimentari italiani è pari a circa 6,3 miliardi di euro, con un valore al consumo che tocca i 13,3 miliardi.
Dati che negli ultimi vent’anni, grazie alle certificazioni di qualità, hanno sicuramente conosciuto un eccezionale trend di crescita e indirizzato le scelte di molti consumatori, fattore che sembra tutt’altro destinato a diminuire.

Serena d’ Arienzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui