Home Di piatto in piatto Ricette dei lettori Ravioli di orata in sugo semplice

Ravioli di orata in sugo semplice

In un panorama culinario costellato di ravioli di cernia, la personal chef Sonia Bigoli ci sorprende con una variante poco conosciuta ma che esprime grandi promesse di gusto e sicura riuscita: i ravioli di orata in sugo semplice. La ricetta ed il procedimento per realizzarli anche voi (SdG)

 

Ingredienti e dosi per 4 porzioni:

Per la pasta :

300 gr di farina doppio zero.

3 uova

un pizzico di sale fino

un cucchiaino di olio extravergine.

Per il ripieno:

1 orata.

Per il sugo:

una manciata di pomodorini a grappolo ( ciliegino o datterino)

mezzo peperone verde

Per la guarnizione:

Una costa di sedano verde tagliata a puntarella o finemente.

Per il brodo di pesce:

gli scarti dell’orata precedentemente pulita ed eviscerata.

Acqua fredda

Un cipollotto

Mezzo porro

Una foglia di alloro

I gambi del prezzemolo (non le foglie)

Un bicchiere di vino bianco secco

Qualche grano di pepe nero.

Procedimento : iniziate con il  fare la pasta all’uovo incorporando alla farina i restanti ingredienti. Formate una palla liscia e metterla nel frigo a riposare per circa mezz’ora. Nel frattempo pulitel’orata tenendo da parte gli scarti che sistemerete poi in una casseruola con acqua fredda e i restanti ingredienti indicati sopra. Portate ad ebollizione a fiamma bassa e lasciate sobbollire per circa 30 minuti. Quindi filtrate con un colino per eliminare eventuali spine. A questo punto stendete la pasta e lasciatela asciugare per altri 15 minuti. Tagliatela poi a strisce piuttosto larghe e comunque abbastanza da potervi ricavare dei quadratoni per formare i ravioli ( in effetti la dimensione è a piacere) . Quindi ponetel’orata tagliata a cubetti nel quadratone e chiudete a caramella . In una pentola mettete l’acqua e portare e bollore. Intanto preparate  il sugo adoperando un tegame basso in cui verserete poco olio extra vergine d’oliva, i pomodorini e il peperone. Cuocere a fiamma sostenuta ed aggiungere del brodo per ammorbidire.  Abbassate la fiamma e coprite con un coperchio.

Ad ebollizione raggiunta buttate i ravioli e fate cuocere per 3 minuti. Scolate e versate in un piatto fondo in cui avrete già versato il sugo precedentemente ottenuto. Aggiungete a piacere una spolverata di parmigiano e guarnite con il gambo di sedano tagliato a Julienne.

Sonia Bigoli – Personal Chef –

Articoli correlati

Nessun commento

Rispondi