L’eccellenza del Made in Italy è anche tecnologica. Di scena a Parma a Cibus Tec Food Pack

0
1512

cibus tecIl settore si riconosce nella business community del salone di Parma con oltre 1000 espositori provenienti da oltre 30 Paesi tra cui le best- practice del comparto meccano- alimentare italiano.
La tecnologia più avanzata del Made in Italy prende vita in fiera con linee di trasformazione e confezionamento end to end “funzionanti”. Vola il distretto italiano del packaging con un fatturato di oltre 6 mld di Euro, che troverà spazio in fiera nella nuova sezione espositiva “Food Pack”. Cresce l’export (+9,5%) e incoraggiano i dati del primo trimestre 2014 (+4,4%). A crescere nel 2013 anche il fatturato interno (+ 7,8%).
Scenario incoraggiante dunque per il comparto della meccanica strumentale italiana che si riconosce nella business community che fa capo a Cibus Tec – Food Pack, tra le più importanti manifestazioni del panorama internazionale dedicate al food processing and packaging che prenderà il via a Parma il 28 ottobre.
fiera parmaNel complesso una forza attrattiva di oltre 1000 espositori provenienti da oltre 30 paesi, un parterre di 500 Chief Tecnology Officer provenienti dai mercati a più alto potenziale (tra cui Nord America, Russia, Est Europa, Sud America, Cina, India e i Paesi Next 11) tutte le migliori tecnologie (selezione, trasformazione, confezionamento, fine linea, logistica) cui si aggiunge Cibus Tec Industry.
Il progetto, giunto alla sua terza edizione, è stato realizzato grazie alla collaborazione di un pool di aziende espositrici (C.E.I.A., Dansensor, Frigomeccanica, Frigor-Box, Nilma, Sealed Air – Cryovac, Siad, Treif, Veripack) e presenterà ai visitatori del Salone due linee di produzione e confezionamento funzionanti dedicate a prodotti con elevata componente di servizio come le zuppe in versione ready meal e affettati ready to serve.
AgroalimentareUn’iniziativa che attribuisce a Parma un nuovo ruolo: non più fiera statica ma un vero e proprio ambiente di lavoro dove professionalità e soluzioni tecnologiche trovano perfetta sintesi mettendosi al servizio di tutte le filiere agroalimentari.
Ad andare in scena a Parma anche le tecnologie più raffinate del Made in Italy come ad esempio macchine altamente automatizzate per l’industria dei formaggi a pasta filata (mozzarella, scamorza, provolone) ad elevato recupero energetico, cubettatrici a ciclo continuo, omogeneizzatori ad alta pressione ma anche filtri a membrane ceramiche per una maggiore igiene e produttività degli impianti. Tecnologie che nel complesso soddisferanno le esigenze di ben 9 filiere dell’agro-alimentare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui