“La Festa della Noce” di scena a Motta Camastra

0
1456

L’autunno porta con se nuovi frutti della terra, le caldarroste iniziano a profumare le passeggiate domenicali di quanti si fermano lunga la strada a comperarle e la frutta secca torna ad acquisire il suo valore, perduto nei meandri di una calda estate: il gusto nutriente, il desiderio di ornare e farcire dolci, l’allegro crepitio dei gusci – quando tra nocciole, mandorle e noci si attende il calare delle temperature (Ti.Ni.)

Da oggi al 2 Ottobre, si svolge a Motta Camastra, Comune in provincia di Messina, la IX edizione de “La Festa della Noce”. Il comune è il principale produttore, nell’intera zona, di questo frutto amabile e molto versatile. I gherigli di noce sono ottimi come gusto assoluto, ancor più buoni se rielaborati e utilizzati in tutta una gamma di prodotti gastronomici: dai sughi per i primi piatti alle creme da pasticceria.

Bello, nell’aspetto imponente, si presenta l’albero di noce che può raggiungere altezze di 20 metri ed ha una ricca e folta chioma di foglie verdi inframmezzate dai malli, gli involucri che contengono le noci e dentro questi i gherigli. La raccolta dei frutti avviene proprio in Settembre e comunque ai primi accennati freddi autunnali, periodo ideale dunque questo in cui tutto il Comune di Motta Camastra si veste a festa e per le vie cittadine espone, propone e invoglia i visitatori a degustare prodotti sia a base di noce che altre specialità del territorio.

Dai gherigli all’olio che se ne ricava, dal liquore tipico, il “nocino”, al pesto, tutto di questo frutto racconta bontà e le noci si lasciano “usare” in mille preparazioni e altrettanti preparati; non solo gastronomici, l’olio di noce è apprezzato in campo estetico, il frutto è utilizzato in erboristeria ed è un valido aiuto anche in campo medico nel caso di carenze dettate da erronea alimentazione: contiene calcio, ferro, potassio e fosforo. È ideale nel caso di diete vegetariane, la noce contiene zinco e rame, sostanze che solitamente vengono introdotte mangiando carne, ed in più annovera diverse vitamine, la A e alcune del gruppo B più vitamina C, F e P.

Oltre alla regina, ovvero la noce, alla kermesse di Motta Camastra si potranno degustare anche formaggi, insaccati, verdure sott’olio ed altre tipicità in grado di invogliare qualunque palato, il tutto condito da spettacoli folkloristici. Questi gli ingredienti della festa della noce, evento che connota una porzione di Sicilia e che attira curiosi da ogni dove.

Si tratta di una sagra popolare che conduce con se il gusto antico di tradizioni da non perdere. Per maggiori informazioni potete consultare il sito del comune, dove sarà possibile scaricare il programma delle tre giornate: http://www.comune.mottacamastra.me.it/

 

Tiziana Nicoletti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui