A Milano, New York e Mosca la quinta “Giornata Mondiale delle Cucine Italiane”

0
1358

Il 17 gennaio 2012 si celebra la quinta “Giornata Mondiale delle Cucine Italiane” (IDIC – International day of Italian Cuisines) e il piatto rappresentativo quest’anno sarà l’Ossobuco in Gremolata alla milanese, cucinato a regola d’arte, secondo un’unica, autentica ricetta, che incorona l’osso buco con la “gremolada” finale ossia il trito di scorza di limone, aglio e prezzemolo al momento di servire. (P.Pi)

Le città più rappresentative saranno Milano, Mosca e New York con eventi, simposi, appuntamenti per promuovere il made in Italy. A Mosca inoltre, si assegnano anche gli “Oscar della Cucina Italiana all’estero”. In quel giorno, migliaia di cuochi e ristoratori ma anche gli appassionati prepareranno il tipico piatto della tradizione italiana, facendo poi una ideale, gigantesca “global ola”,


La IDIC 2012 è promossa e coordinata da itchefs-gvci.com, che fa capo a un network di oltre 1800 cuochi, ristoratori e professionisti che lavorano in 70 paesi del mondo e che, quotidianamente, si ritrovano nel forum di Gvci (Gruppo Virtuale Cuochi Italiani). Lo scopo principale è scoraggiare con la cultura della buona cucina le “interpretazioni” delle ricette, le “brutte copie”, che ne disperdono sapori e caratteristiche come spesso accade all’estero per poca conoscenza o pratica.

“L’appello ad aderire è rivolto “a qualunque cuoco o ristoratore di cucina italiana, a qualunque latitudine, o semplicemente a chiunque semplicemente ami il mangiare bene”, dice Mario Caramella, chef patron al ristorante Forlino di Singapore e presidente del Forum GVCI. “E’ fondamentale in tempi di crisi come questa mantener la competitività dell’Italia sui mercati internazionali e questo si ottiene solo con eventi che irrobustiscono l’immagine e la cultura che accompagna i prodotti italiani, soprattutto quelli agroalimentari”, dice Rosario Scarpato, direttore della IDIC 2012 e co-fondatore del GVCI.

A New York patron dell’evento è Cesare Casella, leader di itchefs-GVCI negli USA e direttore degli Italian Studies all’International Culinary Center. Qui si è soliti proporre un’anteprima di due giorni con chef di richiamo, con la premiazione al Gala Dinner dei cuochi americani che fanno cucina italiana autentica, mentre a Mosca il 17 ci saranno anche i “Grana Padano Italian Cuisine Worldwide Awards”, gli Oscar dell’enogastronomia italiana nel mondo assegnati a personaggi che nel corso dell’anno trascorso o nella loro carriera si sono distinti per la promozione e la difesa della cultura enogastronomica italiana fuori dall’Italia.

Sono nominati dagli oltre 200 cuochi del circuito ICMC – Italian Cuisine Master Chef e selezionati da una giuria quest’anno composta tra gli altri da competenti professionisti quali Luigi Cremona e Paolo Marchi. A rappresentare Milano, sarà lo chef Tano Simonato (ristorante “Tano Passami l’olio”). Dal 2007, in contemporanea con la creazione del sito web in inglese, il webzine Itchefs & Co ha contribuito alla graduale conversione del GVCI in una comunità online di opinion leader del settore che dialoga con il mondo.

Paola Piovesana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui