Home Interviste Parola di blogger Viaggio in Giappone. Nikko: Yuba e Gyudon

Viaggio in Giappone. Nikko: Yuba e Gyudon

nikko-shinkyo-02A due ore di treno a nord di Tokyo, troviamo Nikko con le montagne e le lussureggianti foreste a fare da sfondo. Le decine di siti storici da visitare sono stati inseriti nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità Unesco. In questa incantevole cornice, ci si imbatte in locali caratteristici che offrono prodotti  difficilmente reperibili al di fuori della città stessa. Uno di questi è lo yuba.

YUBA

Lo yuba viene chiamato anche “pelle di tofu” ed è un cibo derivato dalla soia, legume che negli ultimi anni ha preso piede anche in Italia con la diffusione della cultura vegetariana e vegana.

Durante la bollitura, il latte di soia coagula in superficie formando una sottile membrana ricca di proteine. Questa pellicola viene raccolta e lasciata essiccare in fogli giallognoli che vanno reidratati in acqua prima dell’uso. Diversamente, può essere anche acquistato fresco e viene utilizzato per creare degli involtini oppure delle crespelle da inserire nelle zuppe.

yuba 3Essendo un derivato del tofu, il sapore dello yuba è quasi inesistente ma riesce a prendere forza dagli ingredienti con i quali lo si accompagna creando un’ottima armonia di gusto.

gyudonUn altro piatto consumato in questa meravigliosa cittadina si chiama gyūdon ed è composto da carne di manzo, cipollotto fresco o cipolla bianca, lasciati bollire in una salsa leggermente dolce e aromatizzata con il dashi che è un brodo leggero di pesce, la salsa di soia e il mirin, una sorta di sakè da cucina. Il composto creato viene poi versato in una ciotola contenente riso caldo e mangiato rigorosamente con le bacchette. Questa pietanza può essere anche accompagnata da uovo crudo, carne di maiale e zenzero sottaceto.

Il gyūdon è un piatto molto popolare in Giappone caratterizzato dalla velocità di esecuzione e il basso costo. Prodotto nelle sue infinite varianti, costituisce un piatto unico, completo e nutrizionalmente equilibrato. Il prezzo si aggira intorno ai 700¥, circa 5euro e quindi accessibile a chiunque.

gyudon1

CURIOSITA’: in qualsiasi locale tu voglia entrare, l’acqua sarà sempre compresa nel servizio. Potrai trovarla in caraffe refrigerate e direttamente sul tavolo oppure dopo aver preso posto, il cameriere si avvicinerà per riempirti il bicchiere.

Assolutamente vietato lasciare mance. Questa usanza tipica occidentale è vista come un gesto di disonore. La gentilezza e la cortesia impeccabili che vengono profuse all’interno delle molteplici attività ristorative, non necessitano di riconoscimenti economici essendo insite nello spirito dell’accoglienza giapponese.

 

Roberta Evangelista

 

 

 

 

Nessun commento

Rispondi