Home Di piatto in piatto Storia ed evoluzione della Cheesecake: 8 modi diversi per cucinarla. Scopriamoli tutti…

Storia ed evoluzione della Cheesecake: 8 modi diversi per cucinarla. Scopriamoli tutti…

Top viev. Delicious Homemade creamy mascarpone New York Cheesecake with berries on dark wooden table. Close up.Conosciuta come una moderna specialità inglese, la Cheesecake è, in realtà, una torta che si confeziona sin dai tempi degli antichi greci. Può essere cotta o cruda, ma è sempre costituita da una base solida realizzata con biscotti sbriciolati, pan di Spagna o pasta dolce e un alto strato di formaggio addolcito con vari ingredienti. Solitamente il dessert è completato da una copertura golosa a base di frutta fresca, secca o cioccolato.L’idea di abbinare il formaggio a qualcosa di dolce non è, quindi, proprio una novità; ma è sicuramente interessante scoprire come questo dessert si sia evoluto lungo la storia e in quanti modi diversi è possibile realizzarlo oggi. Per farlo partiremo per un viaggio culinario che ha inizio proprio dove tutto è cominciato, in Grecia, fino a scoprire la ricetta più diffusa oggi che è possibile personalizzare e arricchire con qualsiasi ingrediente e questa pagina dedicata alle cheesecake della Galbani ne è un esempio esaustivo.

LO STILE GRECO
Il successo di questo dolce è forse dovuto anche alla sua semplicità. Gli ingredienti necessari sono solitamente pochi è facili da reperire. Fra tutti, il formaggio svolge ovviamente un ruolo fondamentale. Da questo dipende il gusto, la consistenza e la freschezza del dessert, ma anche la sua unicità. Ogni nazione predilige, infatti, utilizzare un formaggio diverso, tipico solo del proprio territorio.
In Grecia, ad esempio, il formaggio utilizzato è il mizithra. Prodotto principalmente nell’isola di Creta, è spesso consumato come dessert, ma anche come formaggio da tavola grattugiato sulla pasta o a cubetti nell’insalata.

Slice of cheesecake with liquorice saucerosanna-marziale1LO STILE ITALIANO
In Italia i formaggi utilizzati per la cheesecake sono prevalentemente la ricotta, il mascarpone e il Philadelphia – il più famoso fra i formaggi spalmabili. La ricotta utilizzata può essere quella di latte vaccino, di capra o pecora, ed è sempre addolcita con zucchero, miele o marmellata. Le più famose (e insospettabili) cheesecake italiane sono la pastiera napoletana e la cassata siciliana. Questi dessert sono, infatti, prevalentemente a base di ricotta.
A questi grandi classici della tradizione si è aggiunta di recente la mozzarellacake, una cheesecake ideata dalla chef Rosanna Marziale la quale prevede l’utilizzo della mozzarella di bufala.

 

kaesekuchen-rezepte-uebersichtSTILE TEDESCO
In Germania il formaggio utilizzato per questo dessert è il famoso quark, un alimento dalla consistenza molto simile a quella della ricotta. Tanto che, in passato, il termine italiano “ricotta” veniva tradotto direttamente con la parola quark. Attualmente, invece, l’affermazione del made in Italy all’estero ha fatto sì che i due prodotti siano perfettamente distinti. Con questo formaggio e una base di pasta frolla si realizza il Käsekuchen.

STILE UNGHERESE
Molto patriottica la cheesecake ungherese, realizzata con formaggio morbido ungherese, panna da cucina e miele ungherese. Il tutto viene raccolto in una base addizionata con il muesli e si chiama Sajttorta.

marshmellowSTILE INGLESE
Se in Francia il formaggio usato è tassativamente il Neufchâtel, in Inghilterra la scelta ricade su una generica crema a base di formaggio fresco, panna e zucchero. A questo composto può essere aggiunto del caffè, del tè, del cioccolato, dei liquori dolci e anche dei marshmellow. La copertura più tipica è quella a base di frutta, come i frutti di bosco, le pesche, i limoni e le ciliegie.

STILE SVEDESE
Saliamo agli estremi dell’Europa per scoprire le caratteristiche della cheesecake svedese. Chiamata ostkaka, si scosta dei dessert tradizionali in quanto non stratificata e prodotta aggiungendo al ripieno il caglio del latte. Questa cheesecake, inoltre, si serve calda, accompagnata da marmellata, panna o gelato. Quest’ultimo è perfetto per creare un piacevole contrasto goloso!

japaneseSTILE GIAPPONESE
Saltiamo attraverso le nazioni per parlare della torta più social del momento, la cheesecake giapponese. Questo dessert è, infatti, recentemente apparso nel mondo dei social network catturando l’attenzione di tutti con il suo nome sicuramente a effetto: japanese cotton cheesecake. Soffice come il cotone quindi? Sembra impossibile, ma è davvero così! Provare per credere. In questo caso l’ingrediente che differenzia la preparazione dalle altre non tanto è il formaggio, ma l’amido di mais presente fra gli ingredienti.

new-york-cheeseSTILE AMERICANO
Infine, attraversiamo un oceano per approdare negli Stati Uniti e parlare della cheesecake così come siamo abituati a vederla.
Considerata la vastità della nazione, grande è anche il numero di varianti possibili di questo dessert. Da costa a costa, troviamo, infatti, molteplici formaggi impiegati nella preparazione e svariati tipi di aggiunte al ripieno (dalla panna acida, al formaggio piccante). Ma la più famosa cheesecake di tutte è senza dubbio quella newyorkese. Crema di latte, uova e tuorli conferiscono alla torta una consistenza liscia e compatta; mentre le creme e la frutta costituiscono la guarnizione perfetta. Ecco la ricetta completa di questa sfiziosa cheesecake che, oltretutto, è anche molto semplice da realizzare.

ny_cheesecakePER LA BASE
150 g di biscotti Digestive
80 g di burro
2 cucchiai di zucchero di canna

PER LA CREMA
600 g di formaggio spalmabile
2 uova + 1 tuorlo
20 g di maizena
100 ml di panna liquida
100 g di zucchero
il succo di 1/2 limone
1 baccello di vaniglia

PER LA COPERTURA
2 cucchiai di zucchero a velo
1 baccello di vaniglia
200 ml di panna acida

base-cheesePer la realizzazione della New York cheesecake, tritare finemente i biscotti assieme allo zucchero di canna. Aggiungere il burro fuso e utilizzare il composto così ottenuto per foderare una tortiera rivestita di carta forno. Lasciar compattare in frigo per 1 ora.
In una ciotola versare le uova intere e il tuorlo. Aggiungere lo zucchero e lavorare il tutto a crema. Aggiungere anche i semi di vaniglia e il formaggio spalmabile. Infine, aggiungere la maizena, il succo di limone e la panna liquida. Mescolare con cura.
Versare la crema così ottenuta nella tortiera con base di biscotti e cuocere il tutto a 180° per 30 minuti e a 160° per altri 30 minuti. A cottura ultimata, lascia raffreddare la cheesecake.
Per la crema di copertura, mescolare la panna acida con lo zucchero a velo e i semi di vaniglia. Spalmare questo composto sopra la torta e farlo glassare in forno a 180° per soli 5 minuti.
Dopo la cottura, lasciar raffreddare completamente la torta e guarnirla con frutti di bosco o altra frutta a piacere.

Nessun commento

Rispondi