Vissani a Cortina : per tutte le tasche ( o quasi)

0
2223

gianfranco_vissani_zoomLo chef Gianfranco Vissani, mattatore per anni di programmi televisivi dedicati alla cucina, approda a Cortina d’Ampezzo. All’interno dell’ hotel Bellevue infatti lo chef ha appena inaugurato un ristorante altamente auto celebrativo: “L’Altro Vissani” con un menù che comprende ricette tradizionali venete sia di mare che di terra, ed una carta dei vini con oltre 150 etichette.

Una cena degustazione firmata dal cappello più famoso della Tv costerà meno di 50 euro: dunque alta cucina a basso prezzo ed alla portata di quasi tutte le tasche. Un lusso possibile.

Esattamente quello che Vissani desiderava da tempo: essere alla portata dei più e non soltanto di una ristretta elite che può permettersi di spendere cifre oggi più che mai proibitive per un pasto. Il nuovo ristorante vanta una cucina a vista e circa 150 coperti complessivi, tra la terrazza attrezzata,il primo piano ed il piano superiore.

Gianfranco_Vissani_NewMa da dove nasce questa iniziativa? Da una joint venture tra lo chef e la Sorgente Hotels & Resorts Piazza di Spagna View Compagnia Alberghiera che prevede l’apertura di altri ristoranti a marchio “L’Altro Vissani” anche in Puglia ed in Toscana, con investimenti a molti zeri. L’hotel Bellevue di Cortina, sede del primo ristorante di quella che ben presto diventerà una catena sul territorio nazionale, ha comportato infatti un investimento di 72 milioni di euro per la sola acquisizione dell’immobile, più circa un altro milione per la parziale ristrutturazione.
Investimenti notevoli in momenti di crisi per un settore che non conosce crisi ma che si ridimensiona per divenire accessibile ad una più ampia fetta di pubblico. Gli hotel italiani «devono tornare ad essere luoghi di esperienza enogastronomica», ha auspicato Mauro Piccini, presidente della Piazza di Spagna View, che prevede di portare anche in Francia entro un anno la cucina di Gianfranco Vissani, nei saloni rinascimentali di Chateau de Mirambeau. Intanto a Cortina Gianfranco Vissani da oggi propone una cucina «col profumo del pane nel sugo di mammà», lo spiedo e la griglia con costate di Fassona e Chianina, “perché non tutti mangiano la carne dolce di cervi e stambecchi”. Non mancheranno icone della gastronomia locale, come moeche , schei e granseole: il tutto accompagnato da uno dei tantissimi vini in carta ma, soprattutto, tutto per meno di 50 euro a persona. Mai occasione fu più ghiotta.

 

Foto tratte da www.casavissani.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui