Master Foodie Catania 2014 è Elena Benfante.

0
2821

minàL’arrivo della brigata di Master Foodie nel capoluogo etneo è stato trionfale: la città di Catania ha regalato all’evento, alle concorrenti ed agli organizzatori, un’accoglienza degna delle migliori occasioni, allestendo tutto nei minimi dettagli con cura e passione.
francescaL’appuntamento catanese con Master Foodie è coinciso con una meravigliosa giornata di sole quasi estivo, mettendo tutti di buon umore e sciogliendo le tensioni , specialmente quelle delle concorrenti alla loro prima esperienza ma confortate da Francesca Merlino, che aveva partecipato anche a Palermo lo scorso 14 di aprile varcando l’ambita soglia della cucina di Natale Giunta, al Castello a Mare di Palermo.
Lei dunque, da navigata concorrente, ha saputo dare sostegno alle proprie “colleghe”, aiutandole in un percorso non facilissimo anche se altamente piacevole e gratificante.
concorrentiPerfetta l’accoglienza dei padroni di casa, Elio Coniglione ed Antonio Bivona, in una location che lascia davvero a bocca aperta: un ristorante moderno, contemporaneo, arredato e “pensato” con grande gusto e ricerca dei dettagli, con i suoi colori scuri e le sue luci diffuse a creare un’atmosfera unica.
minàDa molti è stato definito il “transatlantico” proprio per la sua forma e per via del fatto che, almeno su un lato, svolge tutto sul mare del porto di Catania. Uno spettacolo di bella architettura per questo ristorante che ha già un’ottima reputazione destinata a crescere ulteriormente.
Ai tavoli degli ospiti piccoli “cadeau” di carattere enogastronomico di alto livello: gli oli del frantoio Rinaldi ed il miele di ape nera sicula di Claudio Meli, apicoltore palermitano che diviene gi giorno in giorno sempre più conosciuto ed apprezzato per l’elevatissima qualità del suo prodotto.
collageLe concorrenti Francesca Merlino, Pinella Scafile, Alessandra Adorno, Therese Caruana ed Elena Benfante, hanno portato in sala i piatti che lo staff di sceltedigusto.it aveva selezionato tra quelli proposti dalle stesse concorrenti in fase di candidatura. Il menù dunque è stato messo insieme dal lavoro delle cinque concorrenti ed ha rappresentato la quintessenza della sicilianità, partendo dagli arancini di riso rivisitati di Alessandra Adorno, per finire con il cannolo destrutturato di Therese Caruana, ma passando per uno dei cibi più poveri ma più appetibili dell’isola – il macco di fave- sapientemente elaborato da Pinella Scafile.
Anche i secondi piatti sono rimasti tenacemente legati alla tradizione isolana: tonno, pesce spada e gamberi sono stati infatti i protagonisti dei piatti di Elena Benfante e Francesca Merlino. Da corollario agli ingredienti principali anche mandorle di Avola, zaferano dell’ennese, pomodorini di Pachino e pistacchi di Bronte.
giuriaUn menù raffinato per palati esperti: quelli delle due giurie specializzate, tecnica e critica, e per i palati esigenti della clientela del Minà, in veste di giuria popolare.
La serata è trascorsa in modo fluido, allietata dalla conduzione del giornalista Antonio Iacona e dalla supervisione di Ciccio Vitale, con le interviste di Gilda Sciortino e Giuliana Avila di Stefano. Molte e significative le presenze sia ai tavoli delle giurie che tra il pubblico e gli ospiti: Marella Ferrera, stilista, ha fatto parte della giuria critica insieme a Daniele Sgroi del Gambero Rosso, a Concetto Mannisi segretario dell’ Ordine dei Giornalisti, a Rosetta Cartella, rappresentante dell’Accademia della cucina italiana e ad Alessandra Verzera, direttore di sceltedigusto.it e presidente di giuria. Al tavolo tecnico, accanto al presidente Peppe Giuffrè, il noto chef palermitano Gigi Mangia, il delegato Fisar di Catania Vittorio Cardaci, il delegato Amira Catania , GMR Luciano Graziano, il vicepresidente della Federazione Provinciale Cuochi Etnei, Domenico Privitera, ed il Bailli del Bailliage di Catania della Chaine des Rotisseurs, professor Giuseppe Ignoto. Tra gli ospiti, Dario Pistorio, presidente Fipe, ed il procuratore Giovanni Tinebra.
genteUna sala colma di bellissima gente ha salutato ed incoraggiato le concorrenti gustando le preparazioni di queste signore per la prima volta alle prese con una cucina professionale. La serata , arricchita da diversi premi messi a disposizioni degli sponsor, ha decretato Primo Master Foodie Catania 2014 la palermitana Elena Benfante, mentre la redazione di sceltedigusto.it ha scelto quale “Miglior Global Menù” quello della catanese Pinella Scafile, cui è stata conferita una targa in cristallo in ricordo della serata ed uno splendido tegame della ditta Alessi offerto dalla ditta Di StefanHome di Catania.
proclam2Ad Elena Benfante, che accede direttamente alla finalissima, è andata la coppa “premio delle giurie”, una borsa artigianale offerta da Grigiopallina Catania, la rubrica sul giornale di enogastronomia on line www.sceltedigusto.it , la toque di Primo Master Foodie Catania. Per tutte le concorrenti, una medaglia ed un pregiato monile artigianale offerto da Grigiopallina Catania.
medaglieTra i premi estratti tra il pubblico, ingressi nella Spa del Grand Hotel Esperia Palace, una confezione di birra artigianale Timilia, un cofanetto con cinque vasetti di miele di Claudio Meli nelle varie essenze, trattamenti estetici presso il centro Paris, buoni fitness della palestra Zoi Club, cesto di formaggi di alta gamma dell’azienda casearia Graziano, confezione di oli aromatizzati del frantoio Rinaldi, ed infine un week end in agriturismo di charme messo a disposizione dalla Trim Travel Catania.
L’accoglienza degli ospiti è stata curata da Kelly Larkin e da Alessandro Cigna.
L’appuntamento con la prossima tappa Master Foodie è a Trapani, per gustare nuove prelibatezze e per vivere insieme ancora un serata da ricordare.

Foto: Domenick Giliberto.

Foto collage dei piatti: cortesia di Giuseppe Ignoto.

Alcune immagini della giornata catanese a questo link  https://www.youtube.com/watch?v=sdwtZC1LjT4&feature=youtu.be

Le interviste alle concorrenti a questo link https://www.youtube.com/watch?v=X3GCTidmFO8&feature=youtu.be

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui