Le ” Cuoche per passione” a San Lorenzo Mercato firmano una cena d’autore.

0
795

Loro sono cinque, cinque donne. E sono ” Cuoche per passione”.

Lady Chef, come si usa definirle nell’ambiente delle cucine. Ma soprattutto donne, madri, mogli, con decine di impegni ma con una passione talmente grande da allungare le giornate e da trovare spazio tra le tante incombenze delle lunghissime giornate femminili. Una passione talmente forte da portare via ogni stanchezza, sostituendola con il più vigoroso entusiasmo ed il più snagliante dei sorrisi. Non hanno grilli per la testa nè fotografi al sèguito: loro si “selfano” allegramente prima di mettere mano a mestoli e  tegami.

Loro sono Ivana Manzo, Sarah Cucchiara, Anna Scudieri, Angela Giammona ed Ivana Di Gaetano, e sono ” Cuoche per passione“. Membri dell’ Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo, le cinque ragazze sono accomunate, oltre che dalla passione per l’ottima cucina, anche da una solida amicizia. Io le ho conosciute nell’ambito di un contest, ma loro non se ne stanno di certo con le mani in mano: organizzano serate, portano la loro idea di cucina in giro realizzando menù interessantissimi a dieci mani.

L’ultima di queste cene, appena realizzata, è stata presentata lo scorso 5 dicembre all‘Osteria Mulino Sansone del San Lorenzo Mercato di Palermo. Una location cara ai palermitani ma , soprattutto, molto aperta all’eventistica, alle innovazioni. Tempo fa, quando il Mercato era agli albori e quando iniziavano i primi eventi, ricordo di averlo definito lo “ Speaker’s Corner” della cucina: chi ha un’idea va, la propone, la illustra. E normalmente la realizza, conquistando l’attenzione ed il consenso del pubblico. Benchè il Mercato sia ormai una realtà consolidata con un calendario di eventi in strettissima successione firmati da professionisti di comprovata capacità , a me piace ancora molto definirlo con il nome dei primi giorni.

san lorenzo

Ma cosa hanno fatto le cinque signore? Splendidi piatti: con un occhio verso l’innovazione, ma un piede fermo nella tradizione.

Come antipasto  una polpetta di gambero bianco di Sciacca con cuore di scamorza affumicata su salsa di zucca rossa di Corleone , anna acida e mattoncino di cous cous al profumo di limone.

cuscus pesce

Il primo piatto è stato un cous cous di pesce incocciato a mano. E non è superfluo sottolineare l’ “incocciatura” manuale dato che è una delle fasi più belle, ma anche più faticose, della preparazione del cous cous secondo il metodo tradizionale.

san lorenzo secondo

Il secondo piatto sono stati dei  bocconcini di tonno con frutta secca e mela verde alla Malvasia dolce.

E per finire, il dessert. Un Tiramicouscous che – come già suggerisce il nome – è un felice matrimonio tra il Tiramisù classico ed il Cous Cous. Vi ricordate che vi ho detto che loro non hanno fotografi al sèguito e che si “selfano” da sole? Ecco la prova provata: una qualità  fotografica non proprio perfetta, che però conta davvero poco dinnanzi alla notevole qualità dei piatti. Loro sono così: un piccolo team di donne spontanee e allegre. e la prima che ha le mani libere – tra un impiattamento ed un altro – scatta la foto: e come viene viene!

tiramicuscus

Archiviata la cena del 5, che ha fatto registrare un notevole successo di pubblico, le 5 inossidabili tornano oggi, a partire da mezzogiorno, sempre a San Lorenzo Mercato, con il “Cassata Day”  ed  un cooking show nel quale si cimenteranno ciascuna in una personale reinterpretazione della cassata. Il “Cassata Day” è uno dei momenti  del Tour Amaro Averna, che della manifestazione odierna è lo sponsor.

Alessandra Verzera 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui