Amuse bouche ed antipasti: sono loro i protagonisti in tavola.

0
6103

amuseLa novità sulle tavole italiane arriva da lontano ed ha nomi strani: amuse bouche, finger food. Da un melting pot di abitudini enogastronomiche  mondiali saltano fuori preparazioni gustose, stuzzicanti ed ormai irrinunciabili. Sono in sostanza gli “assaggini”: quelli che non sono soltanto il perfetto accompagnamento ad un aperitivo, ma che hanno ormai quasi sostituito l’antipasto tradizionale – divenendo essi stessi l’antipasto –  che decretano il successo di un pranzo o di una cena ed il cui “arrangement” sui buffet o su grandi vassoi fa di ogni rinfresco un evento ” di classe”. Quest’anno saranno loro a farla da padrone anche sulle tavole delle feste.

amuse3Il perchè del loro straripante successo è presto spiegato. Intanto, costano poco. Poi sono divertenti, stuzzicanti, belli da vedere e sfiziosi da gustare. Non particolarmente difficili da realizzare, disponendo di pochi e giusti attrezzi. Inoltre se ne possono creare davvero una quantità illimitata e ci si può sbizzarrire con una moltitudine di ingredienti. Non soltanto: l’idea è anche quella di non doversi limitare necessariamente ad una sola porzione di un solo antipasto, che possa incontrare il gusto di tutti i commensali, ma di potere assaggiare di tutto assecondando esattamente i gusti di tutti.Sono tanti e sono buoni, ed eliminano anche  il problema angosciante delle intolleranze e delle allergie: infatti di solito ce n’è per tutti e per ogni esigenza dietetica.

amuse4Sono eleganti e soddisfano il senso della vista ancora prima del gusto: insomma, si mangiano con gli occhi prima e si gustano dopo. Questo determina anche una sensazione di soddisfazione che consente di giungere ad un senso di pienezza anticipato. Vuoi perchè si usa consumarli pasteggiando con del buon vino, vuoi perchè se ne vogliono provare tanti tipi, vuoi per quei pochi secondi spesi nella scelta di un tipo piuttosto che di un altro, rimane il fatto che tutto ciò concorre spesso a far pensare ” ottimo, potrei fermarmi qui”. E questo fa si che si possa evitare di abbondare nei primi e nei secondi piatti, servendo porzioni ridotte per poi scivolare lentamente verso il dolce. Una trovata dunque che oltre ad essere invitante, stuzzicante e visivamente gratificante,  consente di risparmiare specie durante i pranzi delle feste che normalmente erano  l’apoteosi dello spreco di cibo prezioso.Non solo: l’amuse bouche è coinvolgente. Uno dei pochi casi in cui si riesce a tenere impegnati in cucina mariti e figli quasi in una sorta di competizione. Realizzare l’amuse bouche più accattivante è una delle mode più in voga del momento.Altro vantaggio: vanno consumati freddi o tutt’al più a temperatura ambiente. E questo fa si che la padrona di casa non debba rimanere inchiodata in cucina a scaldare e possa invece godere la compagnia dei propri ospiti, disponendo i vassoi pochi prima dell’inizio della cena e facendo dunque trovare ai propri ospiti una tavola già imbandita e stuzzicante.

amuse1Basi di pasta brisè, o di pasta sfoglia, o anche di semplice pane a cassetta, o persino sottili fettine di ortaggi, o anche filettini di pesce affumicato: tutto ciò diventa magico e goloso contenitore di una gran varietà di mousse e di ripieni a base di fromage frais ed erbette, ma anche di mandorle e pistacchi. Ed ecco che un semplice spicchio di un pomodorino diviene colorata decorazione di una fettina di cetriolo “vestita” di mousse alle erbette sapientemente “deposta” dall’immancabile sac à poche.

amuse5L’amuse bouche diventa dunque principe delle tavole perchè può essere consumato agevolmente, con disinvoltura ed anche nel corso di una conversazione. Non a caso i buffet di amuse bouche e di finger food sono ormai quanto di più coreografico possa capitare di vedere anche nei banchetti di nozze. Insomma, una trovata vincente che abbiamo attinto dall’amuse bouche l’oltralpe, dal finger food d’oltreoceano ed anche dalle Tapas della vicina Spagna, rielaborandola in chiave nazionale ed anche regionale. Avreste mai pensato di poter gustare piccoli cestinetti di pane ricolmi di caponatina, o una mini bruschettina alla marinara con pomodoro e vongole, e di pensare che fosse un’incredibile e chic trovata culinaria?Provare per credere.

 

Credits : Le preparazioni presenti in quest’articolo sono state realizzate dallo Chef  Adem Ben.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui