Home Primo Piano Natale Giunta e La Prova del Cuoco: due lustri e non sentirli

Natale Giunta e La Prova del Cuoco: due lustri e non sentirli

0 8393

natale-giunta-clericiFinita l’estate riprende la programmazione delle varie reti televisive e tornano le trasmissioni consuete che tengono compagnia a milioni di italiani ogni giorno. Una di queste è La Prova del Cuoco, la pioniera di tutte le trasmissioni a tema gastronomico che, negli anni, ha visto avvicendarsi decine e decine di cuochi e chef in gare bonarie e a fare da “padrini” a concorrenti non professionisti ma con una gran voglia di cucinare e di divertirsi. Ma, tra tutti gli altri, uno chef detiene un primato – ormai ineguagliabile – in seno a questa trasmissione, Natale Giunta, termitano di nascita ma palermiNatale-Giuntatano di adozione, che  è stato riconfermato anche per questa stagione raggiungendo così un numero tondo: dieci anni di presenza e di partecipazione al programma di Antonella Clerici.  Uno step importantissimo nella vita e nella carriera professionale dello Chef siciliano quello de La Prova del Cuoco: una pietra miliare, per certi versi. Dieci anni e dieci stagioni che hanno visto Giunta iniziare ragazzo e diventare uomo. Dieci anni in cui non sono mancate polemiche, critiche, ma neanche successi, confernatale-giunta-5me, affermazioni professionali di grande significato. Dieci anni in cui lo Chef non ha mai nascosto “quel pizzico di fortuna” che lo ha portato a fare un provino e ad essere selezionato.  Ancora oggi, e dopo dieci anni, Giunta non nasconde neppure l’emozione provata allora e che si rinnova ad ogni stagione e ad ogni puntata.  Ed anche questa nuova stagione si prepara ad essere  appannaggio di Giunta che già nel corso della prima puntata, abbinato al Pomodoro Rosso, ha vinto con la ricetta dell’involtino di sogliola. natalePerchè lo chef anti racket è uno che vince e che non si limita a partecipare, godendo anche del consenso e della  simpatia popolari oltre che proponendo piatti interessanti da riuscire ad incastrare negli asfittici tempi televisivi. Questo devono aver capito molto bene in Rai sin da subito…”squadra che vince non si cambia“. Ed allora ecco che, a dieci anni dalla prima timida partecipazione, si riconferma la solida unione tra Natale Giunta e la Rai: un brindisi in lattina, dato che – se fosse un matrimonio – oggi sarebbe d’obbligo festeggiarne l’anniversario con l’alluminio. E cosa c’è di più fresco ed informale che aprire una lattina di birra o di Coca Cola?

Prosit!

 

Alessandra Verzera

Nessun commento

Rispondi