Home Generale Cinzia Fumagalli : ” A Pesaro con l’ APCI l’occasione per ringraziare...

Cinzia Fumagalli : ” A Pesaro con l’ APCI l’occasione per ringraziare Moreno Cedroni”

L'immagine può contenere: 1 persona, in piediLa Top Chef Italia Cinzia Fumagalli ha commentato così a margine della convention di due giorni della Associazione Professionale Cuochi Italiani, in quel di Pesaro nel corso dell’ evento  “Le Stelle della Ristorazione”.

Presso l’ Hotel Flaminio della città marchigiana tantissime e valenti “toques” riunite per parlare  allo sviluppo dell’attività associativa e alla formazione professionale. Giunto alla sua XIII edizione, il Simposio nazionale “Le Stelle della Ristorazione”, ha scelto Pesaro e dintorni come luoghi dell’ incontro, che vede radunati centinaia di professionisti provenienti da tutta Italia e anche dalle delegazioni straniere. L’associazione, presente da oltre vent’anni, conta sulla partecipazione attiva di cuochi che la seguono fin dagli esordi e anche sulla freschezza portata dai più giovani, che daranno nuova carica al prossimo triennio.

Dell’evento parla il  Presidente di APCI, Roberto Carcangiu“Obiettivo di un’associazione è quello di coinvolgere i propri associati, di metterli nella situazione di volere stare insieme. È questo il punto di partenza per poter trasformare idee e parole in pensieri e azioni.  Rinnoveremo le cariche associative, e i nuovi eletti resteranno in carica per tre anni. Tre anni passano in fretta, ma rappresentano comunque un buon tempo per pensare a un futuro che vada oltre i singoli e le loro necessità immediate. Partiamo dal presupposto di volere un mondo migliore per i nostri figli e i nostri colleghi più giovani; per questo dobbiamo avere il coraggio di immaginarci ciò che non c’è, solo cosi possiamo sperare di ‘esserci’. Fare associazione è anche questo il coraggio di pensare al futuro di tutti senza pensare al momento di ognuno di noi”.

cinzia cedroniAccolta con affetto e stima dai colleghi, la Fumagalli ha colto l’occasione per salutare nuovamente e ringraziare chef Moreno Cedroni.

Il grande Cedroni è stato giudice dell’ultima puntata di Top Chef Italia, ed è quindi anche grazie a lui se ho portato a casa titolo e coppa” – dice Cinzia Fumagalli – “Mi sono emozionata nel vederlo e non potevo perdere questa occasione per ringraziarlo nuovamente. Ma le sue parole, dette senza telecamere e senza copioni, sono state per me un premio tanto quanto quella coppa.  Orgogliosamente ho ascoltato uno chef bistellato dire che non c’era storia, che non avrei potuto che vincere io quel titolo. Questo anche per la sua grande umiltà, dato che mi ha detto che non avevo nulla di cui ringraziarlo.

Risultati immagini per apci pesaroQuindi fortissime emozioni, Cinzia…

Fortissime e meravigliose. Una bellissima atmosfera, un’ APCI forte, motivata, piena di progetti e grandi idee, una convention colma di professionisti, presenze eccellenti.  Un evento straordinario sotto ogni profilo, oltre che estremamente interessante. Un Presidente proteso verso la continua valorizzazione della nostra professione, e chi più ne ha più ne metta. Ma incontrare Moreno Cedroni è stato quello Tsunami di adrenalina in più, lo confesso

Bellissime le parole di Cedroni…

A me lo dice? Sa io mi sono considerata sempre una specie di cenerentolina: non per insicurezza ma proprio perchè è nel mio carattere. Non ho mai coltivato spasmodicamente sogni di gloria e di fama. Io amo la cucina e l’insegnamento. A me piace cucinare cose folli e mi piace insegnare ai giovani. A Top Chef di certo mi sono “riletta” sotto una luce diversa: è stato emozionante, è stata una sfida con me stessa che a volte ho pensato di non poter vincere, ci sono stati momenti di estrema felicità, come di paura o di sfiducia. Insomma, un caleidoscopio difficile da descrivere perchè certe esperienze devi viverle per poterle comprendere

Anche senza Moreno Cedroni la terna giudicante era da fare tremare i polsi, no?

Altrochè, e altrochè se tremavano sti polsi! Una galassia di stelle messa li a frugare nei tuoi piatti da folle non è roba da tutti i giorni. Specie quando tra queste stelle c’è una signora che si chiama Annie Feolde che di suo ne aveva ben tre nella borsetta. Non so se mi spiego!”

Si spiega benissimo. Ma a lei ricevere una stella piacerebbe, lo confessi…

“La stella? Io la stella l’ho ricevuta ieri sa?

Ma no, non  sono state conferite stelle ieri sera.

Si si, io ho ricevuto quella mia personalissima ed era racchiusa in una frase di Moreno Cedroni”

E quale?

“Quella zuppa, Cinzia, quella zuppa…”

 

Alessandra Verzera

Nessun commento

Rispondi