Home Primo Piano Anche la Sicilia presente al Taste di Firenze, diverse aziende rappresentano con...

Anche la Sicilia presente al Taste di Firenze, diverse aziende rappresentano con le loro eccellenze la nostra Isola.

0 1910

taste1 Un vero e proprio viaggio, lungo tutto lo stivale e dintorni, per scoprire, attraverso i cinque sensi, tra tradizione e innovazione, le diverse interpretazioni del gusto.
Questo è quello che è stato il Taste di Firenze, il salotto italiano del mangiare e del bere di qualità, realizzato quest’anno con la collaborazione di Pitti Immagine e il Gastronauta Davide Paolini, giunto alla sua decima edizione.

320 aziende, provenienti da tutta l’Italia, scelte tra le migliori a rappresentare il meglio delle produzioni di tutte le regioni, presenti negli spazi della Stazione Leopolda e nell’area Alcatraz, con l’obiettivo di far conoscere i loro prodotti al pubblico, ai numerosi operatori del settore, a rivenditori, commercianti, blogger e giornalisti.

taste2Dalla Valle D’Aosta alla Sardegna, passando per il Trentino, il Veneto, la Toscana, la Calabria, insomma da tutte le regioni d’Italia, svariati prodotti erano lì per essere degustati e provati dai visitatori: pane, pasta, riso, cereali, marmellate, conserve, sughi, caffè, liquori, distillati, tè, tisane, infusi, frutta, olio, formaggi, yogurt, miele, caviale, birra artigianale, vino, dolci, cioccolata, carne, salumi, funghi, tartufi e tanti altri ancora.

capperoNaturalmente tra le eccellenze non potevano mancare quelle siciliane. Poche aziende hanno rappresentato la Sicilia, ma tutte quante si sono distinte per i loro prodotti e per la passione dei produttori che si impegnano a lavorarli e a diffonderle.

pescaPresenti la pesca tardiva nel sacchetto tipica di Leonforte, trasformata in sciroppate, confetture extra e nettari; il pistacchio di Bronte, utilizzato come base per piccoli capolavori di pasticceria, lavorati a mano e senza additivi; il cioccolato di Modica, realizzato solo con una selezione di fave di cacao bio, presidio Slow Food, provenienti da produttori del commercio equo e solidale; i capperi panteschi, trasformati in paté; il caciocavallo ragusano, stagionato in grotta; le confetture di frutta realizzate seguendo le vecchie ricette della nonna; le specialità realizzate utilizzando esclusivamente materie prime provenienti da Presidi Slow Food siciliani; l’olio extravergine di oliva, l’uva zibibbo; il caffè, i dolci, le marmellate, i mieli, le paste e i cereali selezionati e riuniti in un unico brand per valorizzarli.

Prodotti di altissima qualità caratterizzati da un forte legame con il territorio. Un vero e proprio omaggio alla Sicilia, ai suoi profumi, ai suoi aromi e alla sua autenticità.

Cristina Barbera

Nessun commento

Rispondi