I Croissant surgelati.

0
92

Se proprio non ce la fate la mattina ad alzarvi dal letto e ad uscire da casa dopo aver bevuto il semplice “caffettino” per raggiungere il primo bar a disposizione ( esattamente come me)  e se avete almeno mezz’ora da dedicare a voi stessi ed alla colazione prima di affrontare la giornata, allora queste potrebbero essere soluzioni interessanti.L'immagine può contenere: dessert e ciboHo assaggiato per voi diversi croissant surgelati: su tutti, due mi hanno molto convinta. Una versione “dolce”, de Le Tre Marie ( nel 70% di casi è anche quello che trovate poi al bar) ed una versione “neutra”, più simile al croissant francese, di Margel.
L'immagine può contenere: ciboIn entrambi i casi i modi ed i tempi di cottura sono praticamente uguali: forno a 170/180 gradi, statico o ventilato poco importa, per una ventina mi minuti senza mai aprire lo sportello del forno. Non necessitano di essere spennellati nè con il latte nè con l’uovo perchè a fine cottura si presentano ben dorati e con un’ottima lucentezza : il che accorcia i tempi di preparazione e non vi fa sporcare nulla. L'immagine può contenere: dessert e ciboIo ho provato le versioni senza ripieno. Il croissant Le Tre Marie ha già di suo una leggera granella di zucchero semolato in superficie, ragione per cui in cottura assume un aspetto più dorato dovuto alla caramellizzazione appunto dello zucchero. Il risultato è molto piacevole. Il prodotto è fragrante, friabile e produce tante briciole: il che è ovviamente tipico della pasta sfoglia.L'immagine può contenere: cibo Ha una buona alveolatura e risulta leggero al palato. Consumato caldo è al meglio, ma anche dopo qualche ora mantiene una notevole fragranza. Non è adatto, ovviamente, a ripieni salati, ma se volete esagerare potete accompagnarlo con della confettura o del miele. Il costo per una busta da 6 pezzi di dimensioni regolari è di circa € 2.40, il che equivale a 40 centesimi al pezzo. E’ un tipico prodotto da colazione, non versatile.L'immagine può contenere: ciboIl croissant Margel invece si presta a vari usi, non necessariamente quindi alla prima colazione o non solo. Come detto, ha un sapore neutro essenzialmente tendente al sapido; il che è tipico dei croissant francesi che, proprio per questa ragione, risultano gradevolissimi anche quando accompagnati a formaggi e salumi. Una catena francese, La Croissanterie, propone cornetti con ogni tipo di ripieno salato.L'immagine può contenere: cibo Naturalmente il mio preferito era quello con funghi, formaggio e besciamella: il tutto ripassato in forno e gratinato velocemente. Dico “era” perchè l’azienda, negli anni, ha ampliato l’offerta arricchendola di una serie di altri prodotti, perdendo però la sua connotazione originaria che la rendeva unica così come io amo ricordarla.  Con il croissant Margel potrete cimentarvi nella preparazione dei cornetti ripieni e salati caldi. Naturalmente dovrete prima cuocere i pezzi da vuoti, lasciarli raffreddare e tagliarli con molta attenzione perchè non si sfaldino. Poi potrete proseguire con i ripieni a piacere, sia da ripassare in forno che da consumare freddi ( come nel caso del crudo, del salame o persino della mortadella). L'immagine può contenere: nuvola e ciboI Margel hanno un’alveolatura meno invitante rispetto al concorrente in esame, ma sono decisamente più versatili e costano leggermente di più rispetto a Le Tre Marie: una confezione da 4 pezzi costa infatti € 2.00, ossia 50 centesimi a pezzo. L’unico difetto dei croissant è che finiscono sempre troppo presto, mentre il loro pregio più evidente è l’incredibile profumo che spandono in tutta casa: la nota perfetta per iniziare la giornata con un mood positivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui