Home Eventi & sagre “O-live”, grande successo per il primo anno di campagna

“O-live”, grande successo per il primo anno di campagna

0 798

Si conclude con trionfo il primo anno della campagna di “O-live health and beauty secret” in Russia e Cina: i mercati orientali ancora una volta hanno dimostrato di essere estremamente interessati all’olio d’oliva e si confermano sempre più come nuove terre da scoprire e conquistare (M.Ma.)

 

Soddisfazione al Ceq, Consorzio extravergine di Qualità, per i risultati del primo anno di attività della campagna triennale co-finanziata dal Ministero delle Politiche Agricole e dall’Unione Europea. O-live health and beauty secret ha catturato l’attenzione dei consumatori russi e asiatici, coinvolgendo molti tra operatori di mercato, cuochi, giornalisti, studenti e appassionati di cucina. La partecipazione alle iniziative programmate è andata oltre ogni previsione.

«Sono molto soddisfatto degli esisti della campagna – ha dichiarato Elia Fiorillo, Presidente del Ceq. Gli obiettivi che ci eravamo prefissi sono stati raggiunti: abbiamo fatto conoscere un prodotto che si presta a tantissimi usi. Siamo entrati in punta di piedi in Russia e Cina, non abbiamo imposto la nostra presenza e siamo stati sempre ben accolti». «Non si può più continuare a improvvisare e presentarsi in ordine sparso – aggiunge Mauro Meloni, direttore Ceq – piuttosto dobbiamo imparare a pensare in grande e soprattutto in un’ottica di lungo periodo, perché ciò che facciamo di concreto oggi, determinerà il mercato di domani».

Tra le attività organizzate dal Ceq ad “O-live” particolare successo hanno riscosso i corsi di formazione culinaria e i corsi per operatori. Quelli di cucina realizzati in Russia e in Cina a fine anno hanno coinvolto rinomati chef italiani con l’obiettivo di formare e rivolgersi ai cuochi di domani, puntando sulle realtà locali più prestigiose come la Beijing Union University di Pechino, la Shanghai Pudong International Training Centre di Shanghai e il Chinese Cuisine Training Institute di Hong Kong. Ma anche Mosca e San Pietroburgo. Per coinvolgere attivamente i partecipanti si sono promosse gare di cucina a base di olio di oliva, a cui hanno preso parte anche cuochi professionisti. I vincitori, Konstantin Bruk (Russia) e Meng Ja Meng (Cina), hanno vinto un viaggio in Italia durante il quale visiteranno le maggiori realtà olivicole. La parte del leone, però, l’hanno fatta le degustazioni guidate. L’analisi olfattiva e gusto-olfattiva dell’olio suscita nel consumatore sempre grande interesse.

 

 

 

 

Marcello Malta

Nessun commento

Rispondi