Home Senza categoria Le eccellenze della ristorazione e critici d’eccezione alla prima tappa di Master...

Le eccellenze della ristorazione e critici d’eccezione alla prima tappa di Master Foodie 2014. Il 14 aprile Gran Gala con premi e riconoscimenti per i food blogger, ma anche per il pubblico.

0 1833

brigata giuntaSarà un evento che, per la prima volta, chiamerà a essere soggetto attivo il pubblico, quello che affiancherà le giurie tecnica e critica nella valutazione dei piatti. E si perché “Master Foodie Sicilia”, la cui prima edizione prende il via da Palermo, vedrà sfidarsi e dare il meglio di sè 5 food blogger siciliane, esperte in preparazioni culinarie di alto livello. E offrire anche a chi non fa parte di questo mondo la possibilità di dare il proprio parere, prendendo parte a una manifestazione che toccherà tutte le province siciliane e che, assicurano gli organizzatori, farà parlare di se.
sala sailemLa partenza, è ormai sancito, sarà il prossimo 14 aprile al Castello a Mare di Natale Giunta, in via Filippo Patti 2, a Palermo, dove le cinque concorrenti dovranno fare di tutto per risultare al meglio della loro forma: psicologica e culinaria. Certo, loro proporranno i propri piatti solo alle giurie tecnica e critica, in tutto 15 elementi, mentre starà agli chef di Natale Giunta riprodurre fedelmente per il pubblico in sala lo stesso piatto, dando modo alla giuria popolare di esprimersi in merito.
loghinoSarà, però, analogamente un momento di forte tensione, anche perché dovranno cimentarsi con una dimensione professionale, sia per quel che riguarda i giurati sia rispetto agli chef del ristorante ospitante. Vista, però, la fibra e la determinazione di queste 5 coraggiose food blogger, la serata si annuncia unica.
Va anche considerato che sono le prime in assoluto di un evento che, dopo Palermo, toccherà le altre 8 province siciliane, sancendo in ognuna il proprio “Master Foodie” locale e dando modo di conoscere le diverse realtà territoriali. Location nelle quali la ristorazione d’eccellenza riesce a esprimersi in tutto il suo splendore, offrendo quanto di meglio ci possa essere nel proprio settore. Saranno, quindi, nove i sfidanti che, tra coltelli, pentole e grembiuli, si dovranno infine scontrare in una battaglia “all’ultimo mestolo”, che proclamerà il primo “Master Foodie 2014 – Sicilia”.
di cristina«Una manifestazione che potrà fare emergere talenti – sostiene Mario Di Cristina, Gran Maestro della Ristorazione e fiduciario AMIRA, una delle più importanti associazioni di Maître Italiani, Ristoranti e Alberghi, componente la giuria tecnica – ma solo se sapranno curare i dettagli. Si diventa Grandi Maestri della Ristorazione solo per meriti particolari, per quel talento personale che eccelle in particolari dimostrazioni, ma anche per l’esperienza fatta sul campo. E’ un lavoro impegnativo che deve guardare a tanti aspetti. I giovani di oggi, per esempio, hanno delle buone basi perché le scuole fanno tanto, ma non hanno visto e respirato il mondo. Dovrebbero avere il coraggio di andare via, lasciare la loro terra e cercare di capire come funziona altrove. Poi, tornare e mettere a frutto quanto imparato. Ovviamente mi riferisco anche alle lingue, senza le quali non puoi sperare di crescere. Almeno in questo lavoro».
Non è certo il loro caso, ma in piccolo le cinque provette chef saranno messe nelle condizioni di dimostrare di avere l’esperienza giusta per sapersi districare nel caso ci fossero difficoltà. E dovranno veramente darsi da fare se vorranno superare timidezza e paure, uscendo una di loro vincente dalla serata del 14 aprile.
bailliage«Noi sposiamo sempre le manifestazioni in cui si parla di buon cibo – afferma Roberto Vivaldi, Bailli del Bailliage di Palermo de “La Chaine des Rôtisseurs”, la più antica associazione gastronomica del mondo, anche lui nella giuria tecnica dell’evento – ed essendo presenti in oltre 70 nazioni è inevitabile che la vita della nostra organizzazione sia ricca e attiva. In Italia esistiamo dal 1960 e lavoriamo per la diffusione della cultura della gastronomia attraverso i Bailliages territoriali, che rappresentano la meravigliosa eterogeneità del nostro territorio e dei suoi talenti enogastronomici. Ogni anno, poi, promuoviamo una gara di giovani chef scelti nei diversi paesi in cui la nostra realtà si muove. Alla fine, da 70 arrivano in 24. Per non parlare del grande evento, una gara internazionale che verrà organizzata nel 2015 proprio a Palermo. Un appuntamento al quale ci stiamo già preparando”.
Con una partenza del genere, le concorrenti dovranno dimostrare di essere in grado di passare dalla semplice proposizione via web di un piatto alla presentazione a un pubblico più ampio, che le faccia uscire dall’accogliente e riparata cucina di casa.
fulvio pastorellaAnche per conquistare i premi in palio, consegnati come solo lui sa fare da Fulvio Pastorella, storico re della movida palermitana. Parliamo di quello per la prima food blogger della serata, come l’altro che verrà assegnato dall’editore di “Sceltedigusto.it” al menù migliore cioè quello che, quando si sono candidate a partecipare, hanno mandato completo (dall’antipasto al dolce) per essere poi selezionate insieme a uno dei piatti proposti. Non andrà a casa a bocca asciutta neanche il pubblico, non solo per le bontà che aspettano coloro che vorranno vivere questa esperienza, quanto perchè sono previsti anche diversi cadeau che faranno sicuramente contenti molti dei presenti.
Insomma, che dire ancora? Forse null’altro, forse molto di più. O anche solo che, per capire di che cosa si tratta, bisogna esserci e viverselo tutto dall’inizio alla fine.

Natale_Giunta_02Facendo il tifo per una delle concorrenti in gara o anche solo per gustarsi una prelibata cenetta sulla terrazza del Castello a Mare che si affaccia sulla Cala di Palermo e dove, se il tempo sarà clemente e vorrà offrire un assaggio di primavera, si potrà trascorrere una serata magica, cullati dalle onde del mare e dalla promessa che l’estate si sta avvicinando e con essa la voglia di mollare gli ormeggi.
“Master Foodie” è pensato e organizzato dal giornale di enogastronomia “Sceltedigusto.it”, in collaborazione con la “NG Services” dello stesso Giunta e l’associazione culturale “Papille di Bacco”. Gode anche del patrocinio di “Slow Food – Condotta di Palermo”, del Comune di Palermo e dell’AIFB, l’Associazione Italiana Food Bloggers.
Per informazioni, si può visitare il sito Internet www.masterfoodie.it o la pagina Facebook dedicata all’iniziativa, dove si potranno ben presto trovare le date delle altre tappe.

Bianca Palermo

Nessun commento

Rispondi