Home Interviste La “Dolce” Vita di Imma

La “Dolce” Vita di Imma

Parola di blogger si sofferma su vetrine alla francese adorne di dolci. Torte soffici e profumate fanno bella mostra di sé, come dame di un tempo che resta immutato e velato di dolcezze. Sbuffi di farina come cipria a colorare gote e tanta voglia di assaporare un mondo in rosa, un modo diverso di presentarsi allo sguardo, una ricercata delicatezza che nasce dalla cucina e pervade l’animo: intervista a Imma di “Dolci a go go” ( Ti.Ni.)

Come e quando nasce Dolci a go go!!! e cosa vuol dire essere food blogger oggi?

Dolci a gogò nasce nell’agosto del 2009, in un pomeriggio afoso e noioso mi sono imbattuta in questo mondo straordinario fatto di condivisione, stima, scoperte e novità che mi ha stupito e appassionata, è stato amore a prima vista. Essere food blogger per me vuol dire proprio questo: condivisione di una passione immensa, per la cucina, che unisce tutti.

 

Da due anni vivi e assapori questa realtà virtuale. Tre blog, due bimbi, una vita piena e allegra. Come riesci a dividerti tre le tante attività che richiedono il tuo tempo?

Riesco a volte con un pò di fatica a seguire tutto, però quando si ha una passione la si persegue con immenso piacere e realizzare dolci, cucinare, mi rilassa e mi ricarica tantissimo!

La tua passione per la cucina si manifesta principalmente nelle realizzazioni dolci. Come si è evoluto il tuo estro creativo, è mutato nel tempo?

Premetto che in famiglia nessuno ha questo estro creativo, per di più la mia mamma non ha mai amato i dolci, pur essendo un’ottima cuoca, quindi in casa ne ho visti realizzare davvero pochissimi, al massimo la torta per il compleanno. La mia è una passione nata tutto sommato recentemente, da quando sono sposata ed ho potuto avere una cucina tutta mia dove sperimentare e creare innumerevoli pasticci. E posso ritenermi abbastanza soddisfatta delle mie realizzazioni, dato che ho imparato tutto da sola con tanta pratica e qualche disastro. Niente corsi ma tanti, tantissimi libri, riviste, trasmissioni televisive, insomma ho preso un pò qui e un pò lì, mi sono lanciata e mi è andata bene!

 

Prepari torte, cheesecake, biscotti, crostate, mousse, creme, e poi? Sono manicaretti destinati alla tua famiglia, ai tuoi bimbi, oppure sono doni, commissioni?

Per adesso tutto quello che realizzo è destinato alla mia famiglia, a qualche amica che mi chiede aiuto per una torta, ma non su ordinazione. Forse per una innata timidezza, l’idea di creare dolci su commissione, per di più retribuiti, mi spaventa regalandomi una certa ansia.

Definisci con semplici aggettivi il tuo blog: era, è, sarà?

Dolci a go go è passione, golosità, tanto rosa e tanto amore per questo mondo meraviglioso  che spero mi porti in futuro a realizzare un grande sogno. E spero sarà un laboratorio di pasticceria con una vetrina alla francese: sognare non costa niente!

 

Ti racconti tra sbuffi di farine e nuvole di zucchero, con la voglia di curare il lato dolce di te. Sei riuscita a coinvolgere i tuoi bimbi in questa passione?

Tra i due miei bimbi il secondo, Lorenzo di 3 anni, adora pasticciare con me, assaggiare, impastare, utilizzare le formine e le creme che definisce sempre “deliziose”, così credo che seguirà in futuro la mamma. Il primo, Alfredo di 5 anni, invece adora “solo” mangiare i dolci che preparo per loro.

La torta è pronta e fa bella mostra di se sul piatto, tu pensi a?

Penso all’emozione che questo dolce può far scaturire nelle persone e spero sempre di scorgere negli occhi quella luce che mi fa capire che ho centrato le aspettative. Questo mi succede specialmente quando realizzo torte in pasta di zucchero, lo stupore che avverto nel presentarle mi da un’immensa soddisfazione!

 

Rammenti il complimento o il commento che più ti ha emozionato, da che Dolci a go go!!! è on-line?

Spesso ricevo mail dalle persone che mi seguono e mi apprezzano con tanti complimenti, ma una mi è rimasta nel cuore ovvero quella di una ragazza che stava attraversando un periodo davvero difficile e seguire il mio blog le dava tanta felicità!

Molte ditte utilizzano i blog di cucina come manifesti pubblicitari in un modo nuovo di fare marketing. Ti rispecchi in questo orientamento? Anche e magari nella scelta delle tue collaborazioni?

E’ ovvio che nel mio blog, come in tanti altri, ci siano delle sponsorizzazioni, ma cerco sempre di testare quello che mi viene inviato per recensire il prodotto. Se non mi convince lascio perdere, perche le persone che mi conoscono si fidano del mio giudizio e di quello che scrivo. Le aziende fanno a gara ormai per essere pubblicizzate dai food blogger, costa poco e da tanta visibilità, in uno scambio che sono sicura prenderà sempre più piede negli anni a venire.

 

La torta dei tuoi sogni, quale desideri mangiare o realizzare più di ogni altra?

La torta dei miei sogni è legata ad un evento molto prossimo, il matrimonio di mia sorella. Vorrei riuscire a realizzarle una torta a più piani in pasta di zucchero, ma davvero è un sogno perché non so se sarò all’altezza di rappresentare un evento cosi importante. Spero però che non rimanga un desiderio nel cassetto, di trovare il coraggio per lanciarmi in questa avventura. La torta già realizzata, alla quale sono più legata, è quella fatta per il quinto compleanno di Alfredo. In pasta di zucchero ho raffigurato il mondo di spongebob e lo stupore, la meraviglia che ho letto negli occhi di mio figlio è stata un’emozione irripetibile per me, che vale qualsiasi altra realizzazione!

 

Per trovare maggiori informazioni su Dolci a go go, consulta il sito: http://dolciagogo.blogspot.com/

 

Tiziana Nicoletti

 

Nessun commento

Rispondi