Home Generale Celiachia: nelle mense è obbligatorio il pasto “gluten free”

Celiachia: nelle mense è obbligatorio il pasto “gluten free”

0 378

senza-glutineAbbiamo iniziato a trattare il tema delle mense scolastiche ed oggi vogliamo nuovamente segnalare come, nonostante esista una legge apposita , numerose persone e soprattutto bambini che sono affette da celiachia, debbano ancora battersi per vedere rispettato un loro diritto. L’articolo 4 della Legge 123/2005 al comma terzo recita “Nelle mense delle strutture scolastiche ed ospedaliere e nelle mense delle strutture pubbliche devono essere somministrati, previa richiesta degli interessati, anche pasti senza glutine”. gluten-main_2Per poter meglio perseguire lo scopo prefissato nella stessa legge sono stati stanziati appositi fondi nazionali, che vengono distribuiti alle Regioni sulla base del numero di mense pubbliche operanti sul territorio regionale; questi fondi possono essere utilizzati sia per l’acquisto degli ingredienti senza glutine (pane, pasta, farine speciali) sia per attività di formazione rivolte agli operatori, sia per interventi sulle attrezzature delle cucine, con la finalità di garantire i pasti gluten-free . Spetta all’attività della ASL, nello specifico del SIAN (Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) che ha l’obbligo di sorveglianza sulle caratteristiche igienico-nutrizionali dei pasti, ivi inclusa la valutazione delle tabelle dietetiche adottate di attività di vigilanza e controllo in conformità con le normative vigenti di controlli (ispezioni, verifiche, audit), controllo complessivo sul servizio soprattutto in caso di committenza del servizio a terzi, inoltre la Commissione mensa scolastica, quale organo di rappresentanza, può svolgere monitoraggio dell’accettabilità del pasto e delle modalità di erogazione del servizio anche attraverso schede di valutazione, opportunamente predisposte agli organi di controllo preposti verificare che le regole ministeriali siano rispettate . alimenti-per-celiaci_640x480Non di rado potrebbe accadere che, poiché fino a quel momento nessuno abbia manifestato l’esigenza di un menù gluten-free una mensa possa gluten-free-foodnon essere attrezzata ma previa istanza iscritta le stesse sono obbligate a dover fornire pasti adeguati alla dieta di un celiaco. Nota conclusiva in riferimento alle mense delle strutture private la Legge 123/2005 non è direttamente applicabile, è comunque possibile far valere una serie di diritti costituzionalmente riconosciuti quali il diritto alla salute, disciplinato dall’articolo 32 o il divieto di discriminazione espresso nell’articolo 3 sempre della Costituzione; numerose sono le mense private che si sono autonomamente adeguate e garantiscono pasti glunten-free nella loro offerta di menù.Tutte le strutture di ristorazione, mense comprese, devono esporre la tabelle allergeni in duplice lingua, un menù allergeni con l’evidenza di tutti gli allergeni compreso il glutine, presenti come ingredienti nel prodotto non imbustato erogato, ai sensi del Reg. 1169/2011 e di formare uno o più addetto allergeni che vigilino sulla cross-contamination , ma questo sarà trattato approfonditamente nel prossimo articolo.
A.Z.
Studio Legale Avv. Carmine Coviello

Nota: la tabella degli alimenti per celiaci è di benessere360.com

 

[1] http://www.celiachia.it

[1] http://www.salute.gov.it/imgs/c_17_pubblicazioni_1248_allegato.pdf

Nessun commento

Rispondi