Home Eventi & sagre A Mondello tra percorsi di gusto, tradizione e territorio

A Mondello tra percorsi di gusto, tradizione e territorio

sea club mondelloSarà un appuntamento non soltanto goloso quello previsto a Mondello il prossimo 18 di luglio nella bella e rilassante cornice dell’Associazione Culturale Sea Club, di Viale Giunone a Mondello. Sarà una ulteriore occasione per parlare di tradizione, di territorio e di prodotto enogastronomico di alta qualità del vasto e variegato territorio dei Nebrodi.

Un po’ come nelle Madonie” – dice Alessandra Verzera che sarà relatore dell’evento – ” anche nel territorio dei Nebrodi abbiamo la consistente presenza dei monti, ma anche quella preziosa del mare. E parlando di enogastronomia e di prodotto locale non potevamo mancare un’occasione estremamente ghiotta, che è quella di riuscire a coniugare i prodotti della terra a quelli del mare. Così ho coinvolto non soltanto Claudio Savarese di Nebrofood.it, ma ho ingolosito uno degli chef con i quali lavoro; il messinese Gerardo Costanzo che per l’occasione ha elaborato un menù decisamente interessante, interpretando alla perfezione le mie intenzioni e i miei desideri. Poi cercavamo una location che non fosse troppo “steccata”. Quindi non abbiamo esitato a raccogliere la disponibilità della signora Adelaide Musso, che gestisce in una splendida villa di Mondello, l’Associazione Cultunebro screenrale Sea Club. E così è nato l’evento, che ci vedrà riuniti in Viale Giunone 27 il prossimo 18 di luglio“.

Un menù decisamente invitante che si scosta dall’idea tradizionale per cui il pesce non può convivere con i funghi nè con la carne: l’idea di un gamberone avvolto nel lardo di suino nero dei Nebrodi di certo incuriosisce, e di certo conquista.

costanzoDa tempo ormai si tende ad unire mari e monti” – spiega ancora Verzera – ” a volte in modo appena accennato, non azzardando troppo e creando bilanciamenti gradevoli: ed ecco che prendono vita piatti eccellenti come le mousse di varie tipologie di mozzarella arricchite con gamberi e spolverate di bottarga, o di primi piatti a base di gamberi e ricotta salata.Ricordo che per la prima volta e senza non poche titubanze, mangiai un piatto di linguine con gamberi e ricotta salata in Veneto, e precisamente a Burano, circa dieci anni fa. Per scoprire che quel piatto lo servivano da diverso tempo e che aveva enorme successo. E non me ne stupii dato che era eccellente.pasta con i ricci2 Continuerò a lottare strenuamente contro il parmigiano sugli spaghetti alle vongole o ai ricci di mare, ma favorirò con molta convinzione gli incontri in punta di piedi tra elementi delicati che si fondano insieme per dare luogo ad un vero compiacimento delle papille, senza mai comprimersi nè primeggiare l’uno sull’altro. Il menù che ho elaborato insieme a Costanzo ha esattamente queste caratteristiche: delicatezza, bilanciamento, gusto. Un percorso sensoriale che si snoda attraverso sette portate in un menù degustazione delle grandi occasioni. Sarà una splendida serata al fresco di grandi alberi e con allestimenti eleganti e curati, degna cornice di un certo modo di fare cucina del territorio“.

E tra le portate spicca ed incuriosisce la crema di fave di Leonforte con quenelles di ricotta ovina, scampi e chips di pancetta di suino nero, ma destano una certa  curiosità anche le orecchiette con vongole, fiori di zucca e scaglie di piacentinu.

Si, siamo decisamente “off the beaten track”: fuori dai soliti percorsi. E del resto un percorso sensoriale deve necessariamente prevedere dei picchi diversi, delle nuove sensazioni e deve soprattutto spostare il limite, anzi deve proprio oltrepassarlo . Senza strafare, con garbo e con amore: così come il cibo merita di essere trattato.” – conclude Verzera.

L’appuntamento con il gusto e con i Nebrodi dalle vette alla battigia, è dunque fissato per il prossimo 18 di luglio, presso l’Associazione Culturale Sea Club di Mondello, in Viale Giunone 27.

I dettagli ed il menù completo sono visibili qui :

https://www.facebook.com/events/320994665025992/

Alessandro Lo Iacono

 

Nessun commento

Rispondi